Arrestato Giuseppe Delicati, il medico no vax che rilasciava esenzioni dal vaccino

Il medico no vax arrestato dai Nas di Torino dovrà rispondere di errore determinato dall'altrui inganno e falsità ideologica

Arrestato Giuseppe Delicati, il medico no vax che rilasciava esenzioni dal vaccino

E' stato arrestato dai carabinieri del Nas di Torino, Giuseppe Delicati il medico no vax di Borgaro Torinese accusato di aver rilasciato certificati di esenzione dalla vaccinazione anti Covid senza avere la qualifica. Dovrà rispondere di errore determinato dall'altrui inganno e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Le indagini, coordinate dalla procura di Torino, sono state avviate nel settembre 2021, quando il medico di base 61enne aveva manifestato pubblicamente le sue idee contrarie al vaccino ed era emerso un assembramento anomalo di utenti in coda all'esterno dello studio medico del piccolo centro della cintura del capoluogo piemontese. 

Leggi anche > Torino, imprenditore latitante arrestato in Calabria: si nascondeva nelle campagne

Delicati era finito nell'occhio del ciclone già ad ottobre 2020 per alcune sue esternazioni sul Covid e, soprattutto, sul vaccino antinfluenzale che, a suo parere, rafforzava il virus. Frasi negazioniste che aveva affidato ad un video (poi rimosso) circolato su diversi canali social. Il video gli era valso una segnalazione all'Ordine dei medici di Macerata, dove era iscritto nonostante da tempo lavorasse nello studio di Borgaro. Un anno dopo Delicati era stato sorpreso dai carabinieri a firmare un gran numero di esenzioni dal vaccino anti covid, benché non ne avesse i requisiti, anche a persone che non erano suoi pazienti e, tra questi, personale sanitario, scolastico o appartenente alle forze dell'ordine che, in questo modo, tentava di aggirare l'obbligo vaccinale. A gennaio l'Asl To4 gli aveva revocato la convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale mandandolo in pensione anticipata. 

Nei confronti del medico, il gip ha ritenuto sussistenti i gravi indizi di colpevolezza ed il concreto pericolo di reiterazione del reato in relazione al rilascio di un numero indeterminato di certificati medici di esenzione o differimento dalla vaccinazione Covid-19, in assenza del requisito essenziale relativo al possedimento della qualifica di medico vaccinatore nell'ambito della campagna di vaccinazione al Covid-19. Qualifica ricoperta dal medico solo per un brevissimo lasso temporale intercorso dall'ottenimento delle fiale ad ottobre 2021 fino alla data di revoca della convenzione con il Ssn disposta quale provvedimento disciplinare dall'Asl di competenza To4.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Marzo 2022, 16:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA