Bambini in affido maltrattati per anni: l'inchiesta a Torino. I pm: «Preoccupanti analogie con Bibbiano»

Bambini in affido maltrattati per anni: l'inchiesta a Torino. I pm: «Preoccupanti analogie con Bibbiano»

Si allunga lo spettro di Bibbiano sul caso che sta emergendo in un'inchiesta a Torino. Una coppia di ex affidatarie di minori è stata oggetto questa mattina della notifica di due divieti di avvicinamento da parte dei carabinieri, nell'ambito di un'inchiesta più ampia nata da uno stralcio di un'inchiesta sulle modalità di affido e di custodia e mantenimento dei minori.

 

La coppia avrebbe maltrattato per otto anni, dal 2013 al 2021, una coppia di bambini, fratello e sorella, affidati loro da 'casa affido' dei servizi sociali presso il Comune di Torino. Le indagini puntano a verificare eventuali responsabilità delle istituzioni coinvolte nelle dinamiche degli affidi. Nel corso delle operazioni sono stati perquisiti uffici della psicoterapeuta coinvolta nelle dinamiche di collocamento eterofamiliare dei minori oggetto di accertamento.

 

L'indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torino, è nata da uno stralcio finalizzato a verificare modalità di affido, le dinamiche economiche connesse e le circostanze di custodia e mantenimento dei minori, oltre che ad accertare «preoccupanti analogie - si legge in una nota del Comando provinciale dei carabinieri di Torino - con le note vicende giudiziarie relative ad affidi di cui si è occupata la Procura della Repubblica di Reggio Emilia. In corso ulteriori accertamenti finalizzati a verificare eventuali responsabilità degli assetti istituzionali coinvolti nelle dinamiche e procedure dell'affido medesimo» con verifiche su dirigenti, funzionari ed assistenti dei servizi territoriali a vario titolo coinvolti.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 3 Dicembre 2021, 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA