Alberto Balocco morto: l'industriale colpito da un fulmine mentre era in mountain bike. Deceduto anche un amico

Da una prima ricostruzione dei fatti, le due vittime stavano provando a raggiungere la cima dell'Assietta, nonostante il maltempo: era infatti in corso un violento temporale.

Colpiti da un fulmine mentre sono in bici: due morti, uno è l'industriale Alberto Balocco

Un fulmine fatale. Tragedia in Val Chisone, lungo la strada tra Usseaux e Sestriere e che conduce all'Assietta. Due ciclisti sono morti dopo essere stati colpiti da un fulmine mentre pedalavano lungo una strada sterrata con le loro mountain bike. 

È l'industriale Alberto Balocco, 53 anni, titolare e amministratore delegato dell'omonima azienda dolciaria, uno dei due mountain biker morti sulla strada dell'Assietta (Torino) dopo essere stato colpito da un fulmine. È quanto apprende l'ANSA. La seconda vittima è Davide Vigo, 55 anni, originario di Torino e residente in Lussemburgo.

Leggi anche > Torino, accudivano 17 cani in un appartamento: scoperto canile abusivo

 

MORTO BALOCCO: CHI ERA L'INDUSTRIALE PIEMONTESE

È Alberto Balocco, presidente e ad dell'omonima industria dolciaria piemontese, uno dei due escursionisti morti questo pomeriggio colpito da un fulmine in montagna, nella zona dell'Assietta, nel comune di Pragelato. Balocco era in compagnia di un amico, deceduto anche lui. I due stavano facendo un'escursione in mountain bike e sono stati sorpresi da un temporale mentre erano su una strada sterrata. Alberto Balocco aveva 56 anni, compiuti appena ieri. La sede principale dell'industria Balocco è a Fossano, nel cuneese, dove vi lavorano circa 500 persone che producono panettoni,biscotti e altri prodotti da forno.

A luglio la morte del padre

Neppure due mesi fa, il 2 luglio, un altro gravissimo lutto aveva colpito la famiglia e l'azienda dolciaria Balocco, la morte del padre di Alberto, Aldo, l'inventore del celebre panettone "Mandorlato" e artefice della crescita dell'azienda avviata dal padre nel 1927 a Fossano (Cuneo), quando aveva aperto una piccola pasticceria. Alberto Balocco guidava l'azienda - 500 dipendenti e 200 milioni di fatturato nel 2022 - con la sorella Alessandra.

La tragedia è avvenuta intorno alle 14 di oggi. Da una prima ricostruzione dei fatti, le due vittime, tra cui Alberto Balocco, stavano provando a raggiungere la cima dell'Assietta, nonostante il maltempo: era infatti in corso un violento temporale. Un fulmine li ha colpiti nella zona del Colle Blegier e per loro non c'è stato nulla da fare. Ad allertare i soccorsi è stato un automobilista di passaggio che ha visto i corpi dei due ciclisti distesi sulla strada di sassi.

Sul posto è arrivato subito il personale  del 118, gli uomini del Soccorso Alpino, il medico legale dell'Asl To3, i carabinieri della stazione di Sestriere, della compagnia di Susa e della compagnia di Pinerolo. Ma per i due ciclisti era troppo tardi. I loro corpi sono stati coperti con due teli gialli in attesa di essere portati a valle.

MORTO INDUSTRIALE BALOCCO: CIRIO, SCONVOLTI DALLA TRAGEDIA

«Siamo sconvolti da questa tragedia improvvisa che colpisce un amico, un imprenditore simbolo della nostra terra, che ha portato il Piemonte nelle case di tutto il mondo. Ci stringiamo in un fortissimo abbraccio alla famiglia di Alberto Balocco e a tutti i suoi cari». È il messaggio del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio per l'improvvisa morte dell'industriale dell'omonimo colosso dolciario.

«Apprendo della scomparsa di Alberto Balocco in un tragico incidente, una notizia che ci lascia senza parole - afferma il sindaco di Fossano Dario Tallone -. Un grande dolore per la comunità fossanese. Una preghiera per lui ed un abbraccio alla famiglia».


Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Settembre 2022, 15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA