Le donne sono le peggiori nemiche delle donne? Non è così, siamo sorelle

Video
di Barbara Gubellini

“Le donne non dicono ‘NOI” scrive Simone de Beauvoir ne Il secondo sesso. E, già nel ’45, tocca un nodo centrale: trovare un punto di unione tra le donne, oltre diversità e divisioni.

Negli anni ’70, le femministe della cosiddetta “seconda ondata” cominciano ad usare il termine  “sorellanza”–“sisterhood” e  nasce il motto “Sisterhood is powerful”- “La sorellanza è potente”.

Il concetto di sorellanza è arrivato fino a noi, che da piccole lo abbiamo “riconosciuto” già leggendo Piccole donne e, da grandi, perfino in prodotti televisivi come Sex & the City. Io, ad esempio, quando qualcuno mi dice “le donne sono le peggiori nemiche delle donne”, penso sempre: “non è così, noi donne siamo sorelle!”

Certo, non possiamo dimenticarci, in nome del genere, ciò in cui crediamo e non tutte le donne, solo perché donne, credono nelle stesse cose. Non possiamo andare d’accordo sempre, perché le persone -in generale- non vanno d’accordo sempre.

Ma una cosa è certa: la battaglia per avere la parità -e quindi le stesse opportunità degli uomini- può farci sentire sorelle. Prima però dobbiamo riconoscere che da quella parità, in Italia, siamo ben lontani e, se la nostra esperienza personale ci fa credere il contrario, è nostro dovere informarci e leggere i dati.

Nostro dovere di sorelle è anche credere ad una donna che denuncia una violenza. Crederle con empatia. Non è sufficiente “ascoltarla”, né necessario “darle ragione” –è il ruolo del tribunale-. Il nostro ruolo è quello di crederle.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------


Inviata, autrice e conduttrice tv. Da anni realizza reportage di approfondimento su ambiente, cibo sostenibile e temi sociali. L'argomento che più la appassiona è la parità  di genere. E' mamma di due bambini.

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno 2021, 10:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA