Se lui fa finta

Video

di Barbara Gubellini
Video

Alcuni uomini sono femministi, per fortuna. Sono pochi ma ci sono. Ce ne sono altri invece che, dietro a un femminismo sbandierato, amano nascondere un po’ di maleducazione, un po’ di tirchieria o, nei casi peggiori, un vero e proprio astio punitivo verso il genere femminile.

C’era una volta, ad esempio, il fidanzato di una cara amica. Lui diceva di essere femminista.

I modi in cui manifestava il suo credo paritario erano i seguenti: amava dividere il conto, quando si era al ristorante, perché “dove sta scritto che sia l’uomo che deve pagare?”. Sacrosanto eh, poi, però, ci dovrebbe essere il piacere, secondo me, di offrire un pasto alla persona amata. E questo piacere può essere di un uomo come di una donna.

Se la mia amica si faceva venire a prendere a un orario scomodo, quel fidanzato le diceva: “ma che sei una donna dell’800? Se ti liberi così tardi mi raggiungi tu”. Anche questo può essere giusto, in teoria, ma quei modi? Per me, c’era puzza di bruciato.

Sempre quel fidanzato, a un certo punto, ha cominciato a dire che uomini e donne sono comunque diversi, perché “per gli uomini, dai, è più normale flirtare in giro e non essere fedeli. Invece le donne si sa che sono più fedeli per natura”.

E io qui lo volevo! Ecco la finzione smascherata e, con essa, il femminismo di facciata. Ora noi non ci crediamo più che non le offrivi la cena perché sei femminista e che non andavi a prendere la tua fidanzata a casa perché ti sentivi “alla pari” con lei.

Dico bene?

------------------------------------------

Giornalista, autrice e conduttrice tv. Da anni realizza reportage di approfondimento su ambiente, sostenibilità e temi sociali. L'argomento che più la appassiona è la parità di genere. E' mamma di due bambini.


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Marzo 2022, 16:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA