Outing e "coming out": la differenza e i pettegolezzi da ombrellone
di Barbara Gubellini

Outing e "coming out": la differenza e i pettegolezzi da ombrellone

Parliamo di outing e coming out. Molti sapranno già la differenza e quando si utilizza l’uno o l’altro, ma io invece mi sono accorta che c’è molta confusione tra le due espressioni.

Se Mario si è stancato di nascondere la propria omosessualità e decide di dire a parenti e amici che è gay, secondo voi cosa fa? Outing? Eh no, fa coming out. L’espressione completa sarebbe “coming out of the closet” che letteralmente significa “venire fuori dall’armadio” e si riferisce proprio all’azione consapevole di venire allo scoperto. Per questo quando qualcuno decide di togliersi il peso di nascondere le proprie scelte omosessuali si dice che fa coming out. Fare coming out è una cosa positiva, che ci auguriamo tutti gli omosessuali cui vogliamo bene abbiano la forza e la libertà di fare.

L’espressione outing invece, a volte erroneamente usata in questi casi, è tutta un’altra cosa e riguarda tutti quei casi in cui l’omosessualità di qualcuno esce fuori senza che lui o lei lo abbiano deciso. Per capirci, quando diciamo a qualcuno: “ma lo sai che tizio/tizia è gay?” Ecco, quello è fare outing. Si tratta insomma di un pettegolezzo e sicuramente non è qualcosa che fa piacere all’interessato che, se avesse voluto, avrebbe fatto coming out.  

Visto che siamo in estate, la stagione della spensieratezza e della libertà auguro a tutti coloro che vivono un’omosessualità nascosta di liberarsi e fare coming out. Quanto all’outing evitiamolo no? Ci sono tanti altri pettegolezzi innocui che si possono fare sotto l’ombrellone!

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Inviata, autrice e conduttrice tv. Da anni realizza reportage di approfondimento su ambiente, cibo sostenibile e temi sociali. L'argomento che più la appassiona è la parità di genere. E' mamma di due bambini.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Agosto 2021, 06:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA