La guerra non è per donne

Video

di Barbara Gubellini

In questi giorni di guerra si stanno moltiplicando i commenti, da ogni parte. Intellettuali, giornalisti, storici, personaggi televisivi: tutti si accalcano per esprimere il proprio pensiero sul conflitto. Per dare un contributo alla sua sperata risoluzione – i più nobili -, per guadagnarsi il podio di chi la sa più lunga in fatto di geopolitica – i più narcisi -.

Tra i tanti argomenti in ballo, c’è stata anche la differenza tra uomini e donne. “C’è troppo testosterone” ha detto la solita kamikaze Laura Boldrini, prendendosi sassate da ogni dove. Anche Littizzetto si è espressa in modo simile, definendo il conflitto una “guerra del ca**o”. E, anche lì, attacchi da ogni parte.

Ma il discorso è continuato e, in questi ultimi giorni, ha preso i toni del dialogo - iniziato sui social e poi finito sui giornali - tra due intellettuali, Adriano Sofri e Lea Melandri. E per fortuna, dico io, altrimenti, come sempre, sarebbe finita tra le risate di chi chiudeva la questione con osservazioni del tipo: “guarda che anche le donne fanno la guerra e Gandhi era un uomo!”.

Sofri chiede a Melandri se la differenza tra i loro pensieri sulla guerra (lui è per mandare armi agli ucraini, lei no) non sia proprio nella “differenza tra donna e uomo”.

Melandri mette subito le cose in chiaro dicendo che sicuramente – come esistono anche uomini pacifisti - esistono donne guerrafondaie ma che questo accade perché le donne hanno “loro malgrado, fatta propria la visione maschile del mondo”.

L’idea che la guerra, oltre a portare morte e distruzione, intensifichi le disuguaglianze di genere, esaltando il patriarcato e indebolendo ancor di più le donne, è uno dei pilastri del femminismo, ricorda Melandri.

Un pilastro del femminismo che sembra trovare ragione anche nel paragone, da brividi, che fa lo stesso Sofri, tra l’aggressione di Putin all’Ucraina ribelle - un paese che considera ancora suo e che perciò non può essere di nessun altro - e il femminicidio - la vendetta di certi uomini sulla ex moglie che li ha lasciati -.

Speculazioni di intellettuali? Sembrerebbe di no, a giudicare dalle violenze sessuali sulle ucraine emerse in queste ore.

------------------------------------------

Giornalista, autrice e conduttrice tv. Da anni realizza reportage di approfondimento su ambiente, sostenibilità e temi sociali. L'argomento che più la appassiona è la parità di genere. E' mamma di due bambini.

Video

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Marzo 2022, 13:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA