Scontrini folli, 50 euro per un caffè e un'orzata. L'influencer: «Quando ho visto il conto ho avuto un coccolone»

Giuseppe Russo e la compagna Federica Franco: ecco cosa ci è successo a Porto Cervo

Cinquanta euro per un caffè e un'orzata. L'influencer: «Quando ho visto il conto ho avuto un coccolone»

di Mario Landi

Ancora una denuncia per scontrini folli. La polemica social - per qualcuno diventata ottimo pretesto per farsi pubblicità - torna in Sardegna, già protagonista in diverse occasioni. A "denunciare" un conto esageratamente caro, sono Giuseppe Russo e la compagna Federica Franco. Lui è un influencer, creator della pagina "Il mio viaggio a Napoli". I due si sono seduti in un bar di Porto Cervo e hanno ordinato un caffè e un'orzata. «Mi aspettavo un prezzo alto, ma non così...», ha detto.

LA CIFRA

La coppia si è fermata in un noto bar di Porto Cervo. L'esperienza, raccontata tutta in un video, non è andata a finire esattamente nella maniera auspicata. «Abbiamo scelto un bar a caso del centro. Sul menù una coppetta di gelato costava 30 euro, l'acqua tra i 15 e i 20 euro. Volevamo andare via, ma abbiamo voluto ordinare almeno un caffè e una orzata», dice Giuseppe Russo.

Clienti contro il ristorante per lo scontrino: «Tre pizze a 60 euro». Il titolare risponde: «Maleducati, pagato 8 euro a testa»

Pranzo a base di pesce, poi la truffa: «La carta di credito non funziona». E fuggono senza pagare

«Ci hanno portato, come se si trattasse di un aperitivo pomodori, carote, pizzette, olive, arachidi e tramezzini e biscotti.

Era tutto buonissimo, meno il caffè. Quando abbiamo visto lo scontrino ci è venuto un coccolone: 50 euro totali per il caffè (30 euro) e l'orzata (20 euro). Sapevamo che è una città molto cara ma non così», ha aggiunto.


Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Agosto 2023, 13:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA