Zingaretti, l'appoggio della sezione Pd di Ponte Milvio: «Perplessi ed imbarazzati dalle liti interne, si pensi a Roma»

Zingaretti, l'appoggio della sezione Pd di Ponte Milvio: «Perplessi ed imbarazzati dalle liti interne, si pensi a Roma»

La segreteria della sezione del Partito democratico di Ponte Milvio, a Roma, ha scritto una lettera di appoggio al segretario nazionale Nicola Zingaretti in cui sostiene di assistere «perplessi ed imbarazzati a queste continue liti all’interno del Partito. Un perenne tatticismo e posizionamento di persone e/o correnti, un prolisso parlare esclusivamente di ruoli e incarichi senza discutere di contenuti e scelte per il Paese, o magari di competenze e professionalità, dimenticando che a breve saremo chiamati a decidere sul futuro amministrativo della nostra città».

 

«Abbiamo deciso di scriverti questa lettera aperta per ricordare a tutti noi che la tua elezione risale solamente a due anni fa quando il 66% degli elettori - oltre 1 milione di persone - ti scelse come Segretario - aggiunge la segreterie di Ponte Milvio - Non è accettabile che ogni volta esponenti di Partito, autorevoli o meno, alzino la voce con argomenti che non hanno nulla a che fare con dialettiche interne alla vita del Partito ma che hanno il solo effetto di destabilizzare la nostra comunità che di conseguenza all’esterno appare come litigiosa e spaccata. La comunità del Partito Democratico è, invece, composta da donne e uomini che ogni giorno si impegnano sui territori per avanzare quei valori e quei principi fondanti in cui tutti noi crediamo e ci riconosciamo».

 

«Il mandato di Segretario dura quattro anni - si legge ancora nella lettera - finora a nessun segretario è riuscito di concludere un solo mandato senza doversi difendere tanto dal fuoco amico quanto da quello “nemico”. Basta. Pensiamo che questo non sia più tollerabile, soprattutto in un momento di forte crisi come quello che stiamo vivendo. Non vogliamo, chiaramente, ridurre il confronto e la pluralità di idee e posizioni ma non è ammissibile che non si riesca ad avere un minimo di stabilità politica che permetta di programmare e lavorare in serenità. Il nostro Partito è composto da organi. Organi preposti all’elaborazione politica, organi preposti al confronto e organi preposti alla sintesi. Bene, se qualcuno vuole cambiare linea metta in campo delle idee alternative, le spieghi, le condivida con tutti ma non impantani il Partito».

 

«Segretario, per il bene della comunità Democratica - sottolineano da Ponte Milvio - ti invitiamo a non cedere a polemiche e provocazioni strumentali fine a se stesse, a tenere la barra dritta come fatto fino adesso. Ti chiediamo di fare politica. Ti chiediamo di puntare la lente d’ingrandimento della tua attività sulle prossime elezioni amministrative sulle quali c’è un silenzio che fa venire i brividi. La nostra città, Roma, ha bisogno di politica. Ha bisogno di un PD forte e preparato che torni a governare la città con serietà e competenza».

 

«Vorremmo che il PD avesse la forza di ignorare il “chiacchiericcio” e di andare avanti per la sua strada perché non c’è più tempo da perdere. Siamo certi che il dibattito sul futuro del Paese, ed in particolare il futuro di Roma, hanno bisogno della tua forza tranquilla e capacità di ascolto e sintesi. Basta perdere tempo. Ti chiediamo di andare avanti, tutti. Con la massima fiducia, ti ringraziamo per quanto stai facendo», concludono.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Febbraio 2021, 16:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA