Virginia Raggi sfida Michetti a un confronto pubblico: il botta e risposta è in latino

Virginia Raggi sfida Michetti a un confronto pubblico: il botta e risposta è in latino

Una sfida senza esclusione di colpi, anche in latino. Un duro botta e risposta è arrivato oggi tra la sindaca di Roma Virginia Raggi, candidata al Campidoglio anche alle prossime elezioni, e il candidato del centrodestra Enrico Michetti. La Raggi ha invitato Michetti ad un confronto pubblico, e lo ha fatto in latino, provocandolo su Twitter: «Michetti, lacesso te. Coram populo loquamur, si animus non defecit te. Enrico Michetti ti sfido ad un confronto pubblico. Te lo scrivo in latino così magari mi rispondi».

 

Alla proposta della Raggi, Michetti - ospite oggi di Tagadà su La7 - ha risposto per le rime: «Certo che ho il coraggio di confrontarmi, ma io purtroppo sono partito tardi nella campagna elettorale e ancora dobbiamo finire il giro di Roma - ha detto Michetti - Quindi non ho il tempo perchè abbiamo delle scadenze e degli impegni, incontri programmati che devo rispettare. Io rispondo ai cittadini di Roma. Mi possono insultare ma io non rispondo alle provocazioni, sono e rimangono colleghi, la politica deve fare un salto in avanti».

 

Da Fratelli d'Italia, però, alla Raggi è arrivata una risposta in lingua: «Quod non fecerunt barbari, fecerunt Barberini et Raggi consummavit. Mancano poche settimane e finalmente manderemo a casa Raggi e i 5 stelle, che hanno distrutto la Capitale», scrivono il deputato componente dell'esecutivo romano di FDI, Federico Mollicone, e il capogruppo di FDI in Assemblea Capitolina, Andrea De Priamo. «Alle stupide provocazioni di Raggi rispondiamo in latino, con la famosa frase "quello che non fecero i barbari fecero i Barberini", aggiornata alla sua disastrosa sindacatura, che ha fatto scivolare la qualità della vita dei romani e della Città ai livelli più bassi dal dopoguerra tanto da essere, nella classifica del Sole 24 Ore, 59esima città in Italia per servizi».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Settembre 2021, 22:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA