Raggi, le scuse dello staff comunicazione: «Colpa nostra, immagini riprese da Federgolf e non verificate»

Raggi, le scuse dello staff comunicazione: «Colpa nostra, immagini riprese da Federgolf e non verificate»

Scaricabarile Capitale. Dopo le polemiche sul video (poi rimosso) che pubblicizzava la Ryder Cup 2023 e in cui al posto del Colosseo compariva l'Arena di Nimes, in Francia, la responsabilità dell'errore viene presa dallo staff comunicazione di Virginia Raggi e non dalla sindaca di Roma. Anche se non 'in toto'.

 

Leggi anche > Raggi, che gaffe: nel video al posto del Colosseo c'è l'Arena di Nimes

 

In un post pubblicato direttamente sulla pagina Facebook di Virginia Raggi, lo staff comunicazione si prende la responsabilità dell'errore, senza celare un certo vittimismo, come dimostrano gli hashtag #TuttaColpaDellaRaggi e #HaStatoLaRaggi. Il post inizia infatti così: «Ogni pretesto è valido per buttare fango su Virginia Raggi. Stavolta proviamo a discolparla: non è lei la colpevole. Siamo noi».

 

Il breve post continua poi con un vero e proprio 'scaricabarile', in cui lo staff comunicazione della sindaca di Roma spiega di non aver verificato eventuali errori ma anche di non essere il primo responsabile. «Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un post con un video della Ryder Cup Europe per rilanciare la Ryder Cup che si terrà a Roma e Guidonia nel 2023: tra le immagini del video c’erano anche quelle dell’arena di Nimes, in Francia, inserite erroneamente al posto di quelle del Colosseo di Roma» - si legge ancora nel post sulla pagina di Virginia Raggi - «Il video lo abbiamo ripreso dai canali della Federgolf ed era stato rilanciato in precedenza anche da numerosi media nazionali e internazionali. Ovviamente è stato un nostro errore non verificare bene prima di metterlo online. Non abbiamo posto la dovuta attenzione. Virginia, ci dispiace».

 



 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Aprile 2021, 18:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA