Violentano due prostitute in un cespuglio e poi scappano dalla polizia: uno viene investito da un'auto

Violentano due prostitute in un cespuglio e poi scappano dalla polizia: uno viene investito da un'auto

Due uomini sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile di Roma, ritenuti responsabili di violenza sessuale ai danni di prostitute, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Nella serata di ieri l'attenzione del personale della Sesta Sezione della Squadra Mobile è stata attirata dalle richieste di aiuto provenienti da alcune ragazze che correvano in strada, nella zona di viale Marconi. Le donne hanno riferito di aver appena subito violenza da due uomini.

Le ricerche immediate hanno consentito di rintracciare gli aggressori che si sono scagliati contro gli agenti per poi scappare in direzioni differenti. Poco dopo uno dei due uomini è stato raggiunto e bloccato mentre il secondo, nel corso della fuga, attraversando la strada è stato investito da un'auto riportando la frattura di un femore.

Dopo averli immobilizzati, gli agenti hanno accertato che i due avevano preteso e ottenuto, tramite violenza e minaccia, rapporti sessuali non consenzienti. Due delle ragazze aggredite, trasportate in ospedale per ricevere cure mediche, hanno denunciato i fatti accaduti, confermati anche da testimoni che avevano assistito alla scena. DL.L. e P.M., italiani di 36 anni, sono stati arrestati per violenza sessuale, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Mercoledì 12 Giugno 2019, 15:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA