Roma, sgomberata via Capranica: 195 trasferiti in strutture alternative e tre arresti. Salvini: «In galera chi attacca la polizia»

La polizia è entrata nella ex scuola occupata di via Capranica a Roma, quartiere PrimavalleSono scesi ora dal tetto dell'ex istituto agrario di via Cardinal Capranica, a Primavalle, gli ultimi 20 occupanti che in catene avevano protestato fino all'ultimo contro lo sgombero iniziato all'alba di oggi. In molti hanno già iniziato il trasferimento presso le strutture alternative individuate dalla sala operativa sociale del Comune di Roma insieme alla Regione Lazio.

Intorno alle 16 si sono concluse le operazioni di sgombero dell'ex scuola in via Capranica a Primavalle, a Roma: tre arresti e varie denunce. Lo si apprende dal Viminale. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini afferma: «chi ha attaccato la polizia deve finire in galera, avanti con gli sgomberi a Roma e in tutta Italia».


Gli operatori di Roma Capitale hanno proposto supporto e accoglienza in strutture alternative a tutte le 195 persone in condizioni di fragilità che si sono sottoposte al censimento nell'immobile di via Cardinal Capranica. Lo rende noto il Campidoglio il quale spiega che dalle prime ore di questa mattina, così come nelle settimane precedenti, gli operatori della Sala Operativa Sociale hanno formulato e continuano a formulare le proposte di accoglienza che prevedono assistenza alloggiativa e un progetto personalizzato di inclusione. Sul posto sono a disposizione dei bus dell'Atac per il trasferimento delle persone nelle strutture a loro riservate. «Abbiamo lavorato per replicare il lavoro efficace che fu messo in campo a febbraio per liberare l'immobile occupato di via Carlo Felice: l'obiettivo è contemperare la tutela della legalità e il rispetto dei diritti umani. L'assistenza alloggiativa è garantita agli interi nuclei familiari, che quindi non vengono divisi», spiega l'assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.

Salvini, sgombero a via Capranica: «Speriamo non ci siano magistrati buonisti per giudicare i violenti»


 
 

 Un grande rogo di rifiuti è stato appiccato all'esterno del'ex scuola di via Cardinal Capranica. Dal rogo sale un fumo nero, visibile anche a distanza. La zona è cinturata dalla polizia in un ampio perimetro. Dall'interno della scuola si sentono urla e cori di protesta. Dalle finestre c'è stato un fitto lancio di oggetti contro gli agenti che dalla scorsa notte presidiano la scuola occupata a Roma.

Le forze dell'ordine hanno risposto con gli idranti. Alcuni occupanti hanno incendiato anche dei copertoni e promettono «di resistere allo sgombero». Attorno all'immobile le forze dell'ordine hanno creato un'ampia zona di protezione inaccessibile. 
Lunedì 15 Luglio 2019, 07:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA