Argonauti a Trastevere, il palconscenico del teatro Argot con Elio Germano e Vinicio Marchioni
di Giancarlo Leone

Argonauti a Trastevere, il palconscenico del teatro Argot con Elio Germano e Vinicio Marchioni

Alla presenza dei due direttori artistici Tiziano Panici e Francesco Frangipane, è stata presentata la nuova stagione 2019-2020 del Teatro Argot, nel cuore del quartiere Trastevere. Un cartellone ricco di spettacoli interessanti, con artisti affermati ed emergenti, che saranno un po’ gli argonauti che in un meraviglioso viaggio sommerso e fantastico solcheranno mari in tempesta e affronteranno mostri marini, incontreranno nuovi popoli, il pubblico, e nuovi mondi.
 

 

Ad aprire la stagione, il  3/10, La Trilogia dell’Essenziale, che vede come regista Vinicio Marchioni, noto attore di cinema, tv e fiction, che presto rivedremo a teatro. E’ lui che parla di questo spettacolo: “La Trilogia dell’Essenziale, come dice il titolo, si compone di tre mini-spettacoli: il primo s’intitola, L’eternità dolcissima di Renato Cane. Questo uomo è un rappresentante di psicofarmaci che scopre improvvisamente di avere un tumore fulminante. La notizia lo sconvolge, ha una moglie e un figlio e non vuole morire. Ecco che nella sua mente si affastellano mille pensieri. Considerazioni confuse che lo portano a realizzare quanto tempo si spenda in vita per allontanare il pensiero della morte. Entra in una assurda agenzia di pompe funebri dove promettono di vendere l’eternità. La morte è un argomento scomodo e non se ne parla quasi mai. La malattia del Signor Cane è solo un pretesto per parlare di quanto il consumismo, la pubblicità, i soldi, ci mangino la vita.

Il secondo spettacolo s’intitola, Una passione. Un attore si presenta su un palco vuoto; quella sera la replica di uno spettacolo teatrale è saltata e nessuno lo ha avvertito. Ha sempre fatto la comparsa, non ha un nome e il più delle volte, durante le repliche, è rimasto in camerino. Che fare sul palco? Inizia a raccontare lo spettacolo improvvisando, mettendo insieme pezzi di cose che a malapena conosce con altre che inventa all’improvviso. L’attore realizza di cominciare ad esistere, che ha un pubblico che guarda solo lui. Il terzo spettacolo, che chiude la trilogia, si chiama La nipote di Mubarak, che è il racconto di una persona qualsiasi, che vede anche qui protagonista come gli altri due spettacoli Marco Vergani. Di questo spettacolo non voglio dire altro”. Tanti gli spettacoli interessanti.

Tra questi, senza nulla togliere agli altri, segnaliamo: Harrogate di Al Smith (dal 5/11); Molto prima di domani, scritto e diretto da Umberto Marino (dal 9/11); Sciaboletta – La piccola storia di un piccolo Re, scritto, diretto ed interpretato da Alessandro Blasioli (dal 13/12); Segnale d’allarme – La mia battaglia Vr, diretto ed interpretato da Elio Germano (dal 4/02/2020); Il bambino dalle orecchie grandi, scritto e diretto da Francesco Lagi (dal 25/02); Tony, scritto, diretto e interpretato da Paolo Zuccari (dal 3/03); Art di Yasmina Reza per la regia di Riccardo Festa (dal 17/03); a chiudere la stagione, Over – Rassegna di teatro emergente (dal 7 al 10/05 e dal 14 al 17/05).

Cartellone stagione 2019-2020 Teatro Argot Studio (Via Natale Del Grande, 27 ROMA). Info: Tel. 06.5898111
www.teatroargotstudio.com

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 6 Ottobre 2019, 20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA