La 'talpa' di CasaPound in Campidoglio: «Avverte sempre quando le case vanno agli stranieri»

Roma, la 'talpa' di CasaPound in Campidoglio: «Avverte sempre quando le case vanno agli stranieri»

C'è una 'talpa' di Casapound tra i dipendenti del Comune di Roma: pur essendo stipendiata dal Campidoglio, ha accesso a informazioni privilegiate, come il nome e la nazionalità degli assegnatari delle case popolari. E quando si scopre che gli alloggi vengono dati a stranieri o rom, avverte immediatamente l'organizzazione di estrema destra che si attiva per blitz mirati e proteste di quartiere nelle periferie.

Omicidio a Chiavari: ucciso ex ​collaboratore di giustizia​



L'identità di questa misteriosa 'talpa' non è nota, ma sembra che si tratti di una donna, residente abusivamente in uno degli appartamenti dello stabile occupato da Casapound all'Esquilino. È quanto scrivono diversi giornali che oggi si occupano della vicenda, un caso al centro di un'inchiesta della procura regionale della Corte dei conti e su cui stanno indagando i finanzieri dei Nucleo di polizia tributaria e gli uomini della Digos: gli investigatori potrebbero a breve depositare un'informativa alla Procura del tribunale di Roma relativa alla rivelazione di notizie da parte della dipendente del Comune.

La vicenda, sempre secondo quanto riportato dagli organi di stampa, potrebbe coinvolgere oltre alla donna, che è una maestra d'asilo, anche altri dipendenti comunali dai quali lei avrebbe ottenuto informazioni da passare all'organizzazione di estrema destra. Parallelamente procedono gli accertamenti da parte della magistratura contabile. L'edificio all'Esquilino occupato da Casapound è di proprietà del Demanio e lo ha in carico al Ministero dell'Istruzione.
Mercoledì 24 Aprile 2019, 10:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA