Max Giusti e Rodolfo Laganà a teatro, Roberto Vecchioni e Sergio Caputo live. All'Auditorium il Roma Film Musica Festival

Gli appuntamenti da non perdere del fine settimana

Max Giusti e Rodolfo Laganà a teatro, Roberto Vecchioni e Sergio Caputo live. All'Auditorium il Roma Film Musica Festival

di Donatella Aragozzini

È “leggerezza” la parola che meglio descrive gli appuntamenti del secondo weekend di aprile, anche se non mancano, naturalmente, spunti di riflessione.

Tra i grandi protagonisti a teatro, Max Giusti con il suo “Bollicine”, che lo vede tornare nei panni del mattatore dopo aver smesso quelli del Marchese del Grillo (al Sistina fino al 21 aprile), ma anche Rodolfo Laganà, che nella commedia “La stella di San Lorenzo” è un parroco intrappolato con la sua amante sotto le macerie dopo lo storico bombardamento del 19 luglio 1943 nel quartiere San Lorenzo e preoccupato di trovare unostratagemma per uscir fuori dall'incresciosa situazione in modo dignitoso (al Ciak fino al 21 aprile). Si ride anche con “Quasi quasi ci ripenso”, dove due futuri sposi incontrano il prete per rispondere alle canoniche domande che dovrebbero provare la loro effettiva voglia di diventare marito e moglie, ma finiscono per essere coinvolti in un interrogatorio surreale e in paradossali situazioni tragicomiche (al Teatro de' Servi fino al 21). Il ritmo affascinante del flamenco si prende la scena in “Blu”, che punta a far arrivare al pubblico le complessità stilistiche, la carica emotiva e l’indiscutibile espressività sonora del ballo spagnolo (all'Altrove Teatro Studio fino a domenica), mentre l'atmosfera si fa cupa, tragica, nel dramma “Lo stronzo”, dove i riflettori si accendono sull'inadeguatezza di un uomo che riesce a sfogare la propria frustrazione solo con l'aggressività, fino alle estreme conseguenze (al Teatro delle Temperie fino a sabato). È un racconto tra prosa, jazz e swing quello di Gianluca Guidi in “Sinatra”, omaggio all'artista americano noto come “the Voice” con l'accompagnamento di un trio di jazzisti (Ghione, fino a domenica), così come mescola sketch e canzoni il comico Carlo Amleto nel suo spettacolo “Scherzo N°1, Opera Prima” (alla Sala Umberto lunedì 15 aprile).

Per la musica, da segnalare il concerto di Roberto Vecchioni (alla Nuvola venerdì), lo show di Sergio Caputo sul quarantennale del suo album d'esordio “Un sabato italiano” (all'Auditorium Parco della Musica sabato) e i live dei Baustelle (all'Auditorium Parco della Musica, domenica) e del cantautore Fulminacci (al Palazzo dello Sport sabato). Per gli amanti della musica classica, da non perdere "I Notturni per pianoforte", con brani di undici autori, da Chopin a Rachmaninov, da Liszt a Poulenc (al Teatro Villa Pamphilj sabato mattina), gli appassionati di cinema invece non potranno lasciarsi sfuggire il Roma Film Music Festival, la kermesse dedicata alle colonne sonore, che ha come evento clou “007 Skyfall In Concert”, dove i 90 elementi dell’Orchestra Italiana del Cinema, diretti dal maestro Anthony Gabriele, eseguiranno dal vivo le musiche del film in perfetto sincrono con la sua proiezione sul grande schermo (all'Auditorium Conciliazione venerdì e sabato).

Infine, tornano le notti luminose di Roma Est con la decima edizione del Roma Glocal Brightness, il festival che riempie le strade di Torpignattara con installazioni visive e lavori di light art (fino al 30 aprile).


Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Aprile 2024, 18:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA