Roma, «i bambini disturbano»: sindaco di Bellegra vieta di giocare a pallone in piazza

Sanzioni da 25 a 500 euro per chi non rispetta il divieto

Roma, «i bambini disturbano»: sindaco di Bellegra vieta di giocare a pallone in piazza

Stop al divertimento per i bambini. Ѐ il provvedimento preso da Flavio Cera, sindaco di Bellegra (un paesino in provincia di Roma) che ha emanato un'ordinanza per vietare ai bambini di giocare a calcio nella piazza coperta di Padre Marco Morasca e di usare le biciclette perché «disturbano le altre persone e il decoro pubblico». Sanzioni da 25 a 500 euro per chi non rispetta il divieto.

Leggi anche - Roma, miracolo in Prati: spuntano i vigili davanti alla Rai e fanno una strage di multe. I dipendenti: «In 30 anni non li avevamo mai visti»

«Spazio fruibile a tutti, ma il pallone e le biciclette lo danneggiano - ha sentenziato il primo cittadino -. Abbiamo messo a disposizione di tutti uno spazio fruibile sia d'estate sia d'inverno». La centralissima piazza Padre Marco Morasca è infatti stata coperta proprio per essere accessibile 12 mesi all'anno. «Purtroppo - aggiunge il sindaco - giungono frequenti segnalazioni che all'interno della piazza gruppi giocano a pallone o con le biciclette recando disturbo alle persone e con danneggiamenti che dobbiamo ogni volta riparare. Pertanto, per salvaguardare questo spazio, abbiamo emesso l'ordinanza». 

Iniziativa assecondata da molti cittadini, ma non sono mancate le critiche. «Passiamo dall'assurdo al ridicolo in poche righe» scrive sui social un cittadino. Ma veramente vogliamo togliere ai nostri bambini, al nostro futuro, la voglia di giocare in compagnia in un luogo pubblico?» e ancora: «Per un bambino il gioco è la sua vita, è come per un adulto il lavoro o la famiglia. Togliere spazi urbani ai bambini è come licenziare il papà da un posto di lavoro. Le piazze sono luoghi da vivere perché c'è qualcuno che le riempie, altrimenti sono spazi vuoti privi di anima, 'non luoghi'».


Ultimo aggiornamento: Domenica 14 Novembre 2021, 11:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA