Roma, scuole chiuse per pioggia? La notizia rimbalza nelle chat degli studenti ma nessuna conferma

Scuole chiuse per pioggia domani martedì 12 novembre a Roma? La notizia rimbalza in tantissime chat di whatsapp nella serata tra ragazzi e genitori delle scuole della Capitale. Ma nessuna decisione in tal senso è stata presa dal Campidoglio, nonostante il maltempo che sta colpendo Roma e il Lazio. Le previsioni meteo anche per le prossime ore non sono confortanti. A Napoli, in Sicilia e Puglia tantissime città e paesi hanno scelto di tenere chiuse le classi e cancellare le lezioni per evitare qualsiasi rischio, vista l'allerta meteo lanciata dagli esperti.

Maltempo, scuole chiuse domani in molti comuni italiani: ecco dove

LA SITUAZIONE
Roma ancora non ha preso una decisione, Per ora solo alcuni comuni della provincia di Roma hanno deciso per la chiusura dei plessi scolastici per la giornata di domani. Il sindaco di Anzio, Candido De Angelis per la giornata di martedì 12 novembre ha disposto la sospensione dell'attività didattica in tutti i plessi scolastici del territorio. «Il persistere delle condizioni meteo avverse, la prosecuzione delle attività di controllo nei vari edifici, la verifica della viabilità di tutte le arterie del territorio e l'ultimazione di alcuni interventi, in seguito al maltempo di questa notte, sono tra le ragioni della sospensione delle lezioni nella giornata di domani», ha affermato il sindaco che, nel pomeriggio, insieme all'Assessore alle Politiche della Scuola, Laura Nolfi, ha coordinato la riunione tecnica in Comune ed ha emesso l'ordinanza di sospensione dell'attività didattica in tutti i plessi scolastici del territorio. In queste ore, a tutela della sicurezza stradale e della popolazione scolastica, il personale del Comune di Anzio è impegnato nel controllo delle condotte del territorio, con particolare riguardo ai sistemi di raccolta delle acque piovane degli Istituti Scolastici, dello stato del manto stradale delle arterie del territorio e nella verifica degli impianti e dei lastrici solari dei plessi scolastici. Inoltre, nella giornata di domani, è stata prevista anche la chiusura del Museo Civico Archeologico e dell'Ufficio del Turista.

PAURA ANCHE IN ALTRE REGIONI
Dal Lazio alla Sicilia, è allerta meteo in numerose regioni, con conseguente chiusura di scuole, cimiteri e parchi pubblici. In Sicilia, Basilicata e Calabria l'allerta meteo è di colore rosso, così come nell'area jonica della Puglia. Scuole chiuse in tantissime città: si parte da Anzio, passando per Taranto, Brindisi, Lecce, Matera, fino ad arrivare ai comuni siciliani di Pozzallo e Noto.

Scuole chiuse domani a Napoli. Lo stabilisce un'ordinanza firmata dal sindaco Luigi de Magistris che prende atto dell'avviso di allerta meteo emanato dalla Protezione civile della Campania. L'allerta, valida dalle ore 22 di oggi e fino alle 22 di domani, è di livello giallo. Si prevedono «venti forti di scirocco con raffiche forti o molto forti, mre da agitato a molto agitato soprattutto al largo e lungo le coste esposte, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o isolato temporale, puntualmente di moderata intensità, a partire dalla nottata». Il Comitato operativo comunale si è riunito immediatamente e, spiega una nota, «per oltre tre ore ha esaminato gli aspetti tecnici della situazione decidendo che i parchi e i cimiteri cittadini resteranno chiusi. Anche le scuole domani resteranno chiuse in via prudenziale, alla luce della particolare forza dei venti nell'arco della giornata ed anche alla luce delle coincidenti previsioni meteo dei più seguiti siti del settore», conclude la nota.

Con la nuova perturbazione proveniente dall'Africa la morsa del maltempo ha agganciato le regioni meridionali dell'Italia portando piogge, venti forti e mareggiate, e si appresta a risalire lo stivale. È allerta arancione in Sicilia, Calabria e Basilicata. Scuole chiuse a Crotone, Catanzaro e in molti comuni calabri, e lo stesso è avvenuto in Sicilia con scuole chiuse a Ispica e Pozzallo, e in diversi altri centri. Domani l'allerta rossa arriva a Catania dove le scuole saranno chiuse. Danni ingenti ci sono stati nel Salento per la grandine che si è abbattuta sulle coltivazioni. La Protezione civile ha lanciato l'allerta arancione per il rischio di allagamenti e smottamenti in Sicilia, Calabria e Basilicata. Forti disagi anche a Roma, dove allagamenti, chiusure di strade e gallerie, incidenti, hanno mandato ancora una volta in tilt il traffico della capitale.

Lunedì 11 Novembre 2019, 20:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA