Scale mobili rinnovate ma ferme
per assenza del nullaosta

Il 15% delle strutture ripristinatie nelle stazioni metro A e B resta inattivo

Scale mobili rinnovate ma ferme per assenza del nullaosta

di Emiliano Pretto

Migliora, lentamente, la situazione delle scale mobili e degli ascensori nelle stazioni della metropolitana di Roma. Il programma di manutenzione ha raggiunto attualmente l'85% degli impianti e punta a renderne attivi e funzionanti il 90% entro la fine dell'anno. A dare qualche risposta sulla situazione, dopo anni di disagi e disservizi sugli impianti che hanno avuto come culmine l'incidente del 2018 sulle scale mobili della stazione Repubblica e il lunghissimo sequestro di Barberini, è stata la stessa Atac, durante la riunione di ieri della commissione capitolina Mobilità. Ad oggi nella rete della metropolitana di Roma sono circa 600 i cosiddetti impianti di traslazione, ovvero ascensori, scale mobili e tapis roulant. Secondo Atac «attualmente gli interventi sono in linea con i programmi: sono stati manutenuti l'85% degli impianti di risalita a cui si deve aggiungere un altro 5% già revisionato. In questo modo si conta di arrivare al 90% entro fine anno».

Su una parte di questi, calcolati in una percentuale di circa il 15%, mancherebbe ancora il nulla osta definitivo per l'apertura al pubblico, atteso dagli uffici della Regione Lazio. L'obiettivo di Atac è comunque ancora più ambizioso perchè, hanno fatto sapere i tecnici, «per la fine dell'anno si potrebbe arrivare al 95% di impianti efficienti». Durante i lavori della commissione è stato anche annunciato che è in corso di svolgimento il secondo appalto per 22 nuove scale mobili nelle stazioni della metro B. Secondo i tecnici dell'Atac «consentiranno il rinnovo totale degli impianti di traslazione» della linea blu della Capitale, visto che quelli attuali sono ormai arrivati «a fine vita». Un intervento che si aggiunge a quello assegnato da meno di un mese su altre 35 scale e 20 ascensori e che potrebbe migliorare anche l'impatto visivo di molte stazioni, in un momento in cui altre fermate, come Spagna, Ottaviano e Cipro, in questo caso sulla linea A, andranno verso interventi di manutenzione straordinaria interna in vista del Giubileo.

riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Febbraio 2024, 06:00