San Basilio, spacciatore di cocaina arrestato in strada dai carabinieri nel fortino della droga
di Emilio Orlando

San Basilio, spacciatore di cocaina arrestato in strada dai carabinieri nel fortino della droga

Quando la “vedetta” gridava: «Levate» doveva buttare per terra le dosi di droga che aveva in mano. Come un grido di battaglia da lanciare all'arrivo dei carabinieri, nel quartiere di San Basilio è l'espressione che almeno un migliaio di volte al giorno fa eco nei cortili delle case popolari ad ogni passaggio delle forze di polizia. Lunedì sera, però gli spacciatori non si sono accorti che una pattuglia della stazione dei carabinieri di zona, stava passando in via Corinaldo 110 davanti al bar della “Coltellata”, una delle piazze di spaccio più fiorenti in mano alla famiglia Pupillo, che oltre al narcotraffico gestisce anche l'occupazione abusiva delle case dell'Ater. Alla vista dei militari il quarantunenne Spartaco Malandrucolo si disfaceva di quattordici dosi di cocaina.

 

Benvenuti al “drive in della droga”: i tossicodipendenti prendevano le dosi senza nemmeno scendere dall'auto

 

 

Usura, estorsioni, minacce e vessazioni, condotte specialmente in piena pandemia, nell'hinterland della Capitale

 

Durante la perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di altra sostanza stupefacente e di cento quaranta euro in contanti. Durante l'udienza di convalida dell'arresto per direttissima, celebrata nel tribunale penale di piazzale Clodio, il giudice monocratico disponeva l'obbligo di firma. E' ennesimo arresto messo a segno dai carabinieri nel fortino dello spaccio, dove la compagnia di Montesacro nel corso dei controlli del territorio ha sequestrato notevoli quantità di droga ritrovata nei nascondigli più improbabili, come siepi, contatori dell'acqua, auto e motorini abbandonati. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Maggio 2021, 21:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA