Morto Salvatore Di Maria, lo storico patron del ristorante dei vip "I Due Ladroni"
di Ilaria Del Prete

Salvatore Di Maria, morto a Roma lo storico proprietario del ristorante "I Due Ladroni"

Lutto nel mondo della ristorazione romana: è morto oggi Salvatore Di Maria, storico patron del ristorante "I Due Ladroni" nel cuore della Capitale, in Piazza Nicosia. Salvatore, o meglio Sasà, rilevò l'attività alla fine degli anni '80 e ne fece un punto di ritrovo per vip e politici.



Tappa fissa della movida anni '90, il king dei paparazzi Rino Barillari inserisce "I Due Ladroni" in quello che definisce «il triangolo delle bevute di Roma nella sua seconda "Dolce Vita"».



Tanti i vip che hanno varcato le soglie del gusto in piazza Nicosia.
Barillari ricorda, tra gli altri, l'amore sbocciato tra Vittorio Cecchi Gori e Valeria Marini proprio tra i tavoli dei Due Ladroni, o di quella volta che il ristorante soddisfò il palato di Bruce Willis: «Salvatore dovette oscurare le vetrine con delle tovaglie per mantenere la privacy dell'attore. Scoppiò un putiferio, arrivarono persino i carabinieri e mi ruppero pure il flash!». Saà era intimo amico di Rodolfo Laganà, e tanti altri ancora sono stati negli anni i volti noti a varcare la sua soglia: da Massimo Ghini a Gigi Proietti, da Bill Murray a Matt Dillon a Sylvester Stallone.
Il ristorante ha fatto anche da sfondo a momenti salienti della storia italiana, come l'arresto di Francesco De Lorenzo durante lo scandalo Tangentopoli: l'ex ministro stava uscendo, in compagnia del nipote, proprio da quel ristorante. 

 
Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Maggio 2020, 13:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA