Sabina Guzzanti, chiesti sei mesi di carcere per l'occupazione dell'ex cinema Palazzo

Sabina Guzzanti, chiesti sei mesi di carcere per l'occupazione dell'ex cinema Palazzo

Nell'aprile del 2011 insieme ad altre 11 persone l'attrice Sabina Guzzanti diede inizio all'occupazione dell'ex cinema Palazzo, per protestare contro la destinazione della struttura a sala giochi: per quella vicenda, quasi dieci anni dopo, la Procura di Roma ha chiesto per la Guzzanti una condanna a sei mesi di carcere. Il pm ha sollecitato la condanna anche per gli ex consiglieri capitolini Andrea Alzetta e di Nunzio D'Erme.

 

Leggi anche > Vaccino anti Covid agli amici, il medico: «Mi rialzerò, non merito questo fango»

 

Nei confronti degli imputati l'accusa è di invasione arbitraria di terreni o edifici altrui. Sono accusati di avere «in concorso tra di loro, in esecuzione di un medesimo disegno criminoso - si legge nel capo d'imputazione - arbitrariamente invaso al fine di occuparlo lo stabile sito in Roma in piazza dei Sanniti». 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio 2021, 16:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA