Roma sprofonda: dall'Aurelio all'Appio, tutte le voragini nelle strade della Capitale degli ultimi mesi
di Enrico Chillè

Roma sprofonda: dall'Aurelio all'Appio, tutte le voragini nelle strade della Capitale degli ultimi mesi

Roma sprofonda. La Capitale rischia di diventare famosa, più che per i suoi sette colli, per i suoi crolli. Sono diverse le voragini che si sono aperte sulle strade negli ultimi mesi. Un dato inquietante, che dovrebbe far riflettere sia sulla manutenzione delle strade che sulla fragilità del sottosuolo.

 

Leggi anche > Roma, l'asfalto cede e il camion resta bloccato nella voragine: strada chiusa e traffico deviato

 

L'ultimo episodio, in ordine cronologico, è quello accaduto questa mattina al quartiere Aurelio: il cedimento del manto stradale in via Gregorio XI ha fatto sì che un camion sprofondasse in una voragine. La strada è stata chiusa ed il traffico deviato per consentire il recupero in sicurezza del mezzo pesante. Purtroppo, però, non si tratta di un caso isolato.

 

Appena venti giorni fa, infatti, un episodio analogo era avvenuto in via dei Colli Portuensi, in prossimità dell'incrocio con la circonvallazione Gianicolense. Anche in quel caso, un camion era sprofondato in una voragine e le operazioni di recupero avevano causato lunghissime code nel tratto di strada interessato.

 

Il 24 marzo scorso, invece, una voragine si era aperta nella corsia preferenziale di via Gregorio VII. In quel caso il Campidoglio aveva fatto sapere che il crollo era dovuto al cedimento di una parte di una struttura sotterranea utilizzata per i cavi delle linee telefoniche. Anche se quel tratto non era stato interessato da recenti lavori di riqualificazione, quell'episodio causò un ulteriore carico di polemiche oltre a quelle, precedenti di pochi mesi, relative all'inaugurazione della controversa pista ciclabile.

 

Un quartiere che non sembra conoscere pace a causa dei crolli del manto stradale è l'Appio Latino. Il 16 febbraio scorso una voragine si era aperta in via Bartolomeo Platina, a pochi passi dal parco della Caffarella. Una settimana prima, invece, in via Alfredo Baccarini, nei pressi dell'Alberone, si era aperta la seconda voragine nel giro di due mesi. Sempre nella stessa zona, in via Latina, il manto stradale era crollato il 6 dicembre dello scorso anno.

 

Si tratta di episodi piuttosto recenti, ma non mancano i problemi cronici, come quello denunciato una settimana fa da Leggo e che riguarda via Giannetto Valli, al Portuense. A causa dei cedimenti e del dissesto del sottosuolo, negli anni si sono venute a creare diverse voragini ed il problema non è mai stato realmente affrontato dalle varie amministrazioni che si sono succedute, compreso l'interregno del commissario prefettizio Francesco Paolo Tronca. Il risultato? Da oltre 10 anni la strada è chiusa da new jersey in cemento e completamente isolata dal resto del quartiere.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Maggio 2021, 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA