Roma, il virus arretra sempre di più: si avvicina la Fase 2
di Simone Pierini

Roma, il virus arretra sempre di più: si avvicina la Fase 2

Un “contagio” contenuto e soprattutto “costante”. Roma e il Lazio sembrano a un passo dal lasciarsi alle spalle la “grande paura”. 
Nella Capitale sono infatti 31 i nuovi casi Covid-19 (contro i 26 di martedì), mentre in tutto il Lazio sono 117 contro i 118 del giorno precedente. Il trend di crescita di persone contagiate si mantiene quindi ampiamente sotto il 3%. Sei i morti in un giorno: quattro a Roma, uno in provincia e uno a Frosinone. Le vittime, che presentavano patologie pregresse, sono quattro donne e due uomini dai 78 ai 96 anni. Dopo l’ultimo calo torna leggermente a salire il numero di posti letto occupati in terapia intensiva, quattro in più per un totale di 196, e dei ricoverati con sintomi, dodici in più per un totale di 2.141. Da inizio epidemia il numero dei casi è arrivato a 4.266 di cui 244 morti e 574 guariti. «C’è un’inversione di tendenza tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (13.936) e coloro che sono entrati in sorveglianza (12.604)», ha dichiarato l’assessore alla sanità regionale Alessio D’Amato che ha invitato i cittadini a «non mollare e continuare a tenere alto il livello di attenzione».
LA SITUAZIONE IN REGIONE. Frena Rieti, la provincia più preoccupante dei giorni scorsi che fa segnare nove nuovi casi di coronavirus, tutti riferibili a cluster già noti oltre al termine del controllo sul 100% delle RSA (le residenze sanitarie per anziani) del territorio. Leggera risalita invece a Frosinone con 14 positivi in più, di cui la maggior parte provenienti ai cluster di Veroli e Cassino, e Latina (14 casi), mentre Viterbo resta sotto controllo con un aumento di quattro contagiati. 
STABILIZZAZIONE. Scende di otto persone il numero di ricoverati allo Spallanzani che è arrivato a 172 pazienti attualmente positivi di cui 25 necessitano di supporto respiratorio. Sale ancora il numero di dimessi, ben 223 in un giorno confermando la stabilizzazione dell’inversione del rapporto tra ricoverati Covid-19 positivi e pazienti dimessi.
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Giovedì 9 Aprile 2020, 16:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA