Ossa umane a Villa Pamphili, torna il mistero dei "soldati" morti due secoli fa
di Emilio Orlando

Ossa umane a Villa Pamphili, torna il mistero dei "soldati" morti due secoli fa

Si infittisce il mistero della scoperta di ossa affiorate nel parco di Villa Pamphili. Il macabro ritrovamento è avvenuto sabato scorso, quando un cane si era fermato a scavare nel terreno davanti alla biblioteca di Villino Corsini. 
La proprietaria dell’animale, sconvolta, ha chiamato la polizia, che ha scoperto altre tre ossa interrate nello stesso punto. Il medico legale, dopo aver effettuato un primo esame, è stato incaricato di svolgere l’esame del Dna per stabilire se si tratta di ossa umane I(come sembra molto probabile) oppure se di origine animale. Successivamente, nel caso in cui venisse accertato che si tratta di ossa umane, verrà effettuato anche il test per la datazione. 
Secondo testimonianze storiche, che hanno documentato alcune battaglie a metà del ‘800 proprio su quelle terre, i resti potrebbero risalire all’epoca in cui morirono decine di soldati. «L’area non è stata ancora recintata - ha commentato Marco Doria, già responsabile del tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville -. Potrebbero essercene altre».


Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Novembre 2021, 07:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA