Roma, Villa Borghese vandalizzata: imbrattati i muri del Galoppatoio. «Il Papa è un demonio, gay malati mentali» FOTO

Piazza di Siena presa di mira nella notte tra venerdì e sabato

Video

Villa Borghese vandalizzata nella notte tra venerdì e sabato. I muri del celebre Galoppatoio, a piazza di Siena, sono stati presi di mira e imbrattati con bombolette spray di colore blu. Tanti messaggi confusi, tra attacchi ai politici e al Papa «demonio». Sconcerto tra i passanti, che ogni giorno popolano il parco nel cuore di Roma e hanno sabato mattina hanno trovato la brutta sorpresa.

Napoli, auto in doppia fila bloccano l'ambulanza e il soccorso non arriva: morta una donna

 

 

Le scritte a Villa Borghese

Roma colpita da un altro brutto episodio, dopo quello legato ai tifosi spagnoli del Betis Siviglia, che giovedì prima del match con la Roma hanno lasciato piazza del Popolo in condizioni pessime. Le frasi a Villa Borghese sono state scritte in inglese e in italiano. «Meloni e i politici sono malati», si legge. E ancora «tutte le religioni sono menzogne, l'islam è una menzogna, il Papa è il demonio». Nel mirino anche i gay: «Hanno una malattia mentale». Proteste confuse e senza apparente nesso logico. «Strage di Bologna vergognatevi 85 innocenti uccisi», si legge tra le scritte. Il Municipio II nei prossimi giorni si adopererà per riverniciare i muri e coprire le scritte.

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco Gualtieri con un tweet: "Inaccettabili le scritte con cui sono state imbrattate le mura del galoppatoio di villa Borghese. Abbiamo dato mandato di cancellarle immediatamente. Mi auguro che i responsabili vengano rintracciati e che simili comportamenti che deturpano la nostra città non si verifichino più".


Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Ottobre 2022, 21:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA