Roma, famiglia in balia di una voragine: «Mio padre disabile non può più uscire di casa»

di Michela Poi
Una famiglia sequestrata in casa a causa di una buca. Non è fantascienza, ma realtà. A Roma, zona Torre Angela, due settimane fa si è aperta una grossa voragine nell'asfalto. E il padre di Ilaria - che abita in una palazzina di via Lazzaro Taldi -  ha 60 anni ed è disabile, quindi per spostarsi ha bisogno della macchina. Peccato che con una buca di quelle dimensioni, non possa transitare. 

Roma, auto contro tram a Flaminio

Già, perchè come riporta RomaToday, la buca è talmente grande che la macchina non può passarci. E fino a che qualcuno non verrà a risolvere la situazione, la famiglia rimarrà chiusa nel proprio appartamento. «Nonostante le ripetute segnalazioni al Municipio VI qui nessuno è mai intervenuto. Ci hanno detto che avremmo dovuto aspettare dopo Ferragosto ma oggi siamo al 23 del mese e la situazione non è cambiata» - ha dichiarato la figlia Ilaria. 

«Non possiamo entrare o uscire con l'auto dal nostro garage, siamo praticamente sequestrati dall'inerzia e dal rimpallo di competenze su chi deve o meno riparare quel cratere che ci tiene in ostaggio. Una vera e propria vergogna!» «Benvenuti nel VI municipio, dove - ha dichiarato Nella Converti, ex vicesegretario del Pd al Torri - una buca può diventare un sequestratore». 
 
Venerdì 23 Agosto 2019, 19:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA