Le sorelle di Centocelle morte: nelle telecamere la verità sulla dinamica dell'incidente. Il padre: "Addio figlie divine"

Le sorelle di Centocelle morte: nelle telecamere la verità sulla dinamica dell'incidente. Il padre: "Addio figlie divine"

di Emilio Orlando

“Stiamo entrando in macchina”. è stato l’ultimo messaggio inviato alla madre da Antonella e Lorena Flores, 15 minuti prima dello schianto mortale. Le due sorelle di 23 e 19 anni, figlie del giornalista boliviano Luis Flores, viaggiavano a bordo di una Peugeot 307 quando poco prima dell’alba di ieri sono morte dopo in un incidente in via Cilicia. 
Guidava Antonella, la più grande delle due. Ma c’è un giallo da chiarire. Secondo un prima ricostruzione della Polizia municipale sembra che sia sbandata da sola, ma sono in corso altri accertamenti per verificare la presenza di eventuali altri veicoli che possano aver causato l’incidente. Fondamentali le telecamere di videosorveglianza della zona.

La madre delle ragazze, nello scorso mese di marzo, aveva presentato ai carabinieri di Centocelle una querela per minacce nei confronti del padrone di casa, che pubblicamente l’aveva minacciata urlandole contro: “Ti rovino la vita”. Le sorelle abitavano con i genitori in via dei Platani a Centocelle, dove avevano frequentato le scuole con ottimi profitti dalle Elementari fino alle Superiori. Antonella si era poi laureata in Economia gestionale, mentre Lorena frequentava il dipartimento di economia aziendale. Sabato avevano trascorso la serata al “Monkey Bar” in via Giustiniano Imperatore, a San Paolo, dove avevano partecipato ad un party di laurea di una loro amica. 
«Le nostre figlie erano educate, adorabili, affabili e molto giudiziose - raccontano i genitori Luis e Maria -. È come un incubo. Antonella e Lorena non bevevano e non frequentavano cattive compagnie. Abbiamo cominciato a temere il peggio, domenica mattina dopo le 6 quando uno dei due telefonini squillava a vuoto e l’altro era irraggiungibile. «La famiglia Flores-Chevez è in lutto - ha scritto il padre, giornalista boliviano -. Riposino in pace... le mie figlie divine».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Dicembre 2021, 08:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA