Roma, con “Silence please” il pigiama diventa il capo “must have” delle uscite più glamour

Roma, con “Silence please” il pigiama diventa il capo “must have” delle uscite più glamour

di Sabrina Quartieri

È bastato creare i primi prototipi con stoffe eccentriche e indossarli una sera d’estate per farsi notare e destare la curiosità di amici e non. Oggi, a un anno di distanza da allora, le designer romane 29enni Ludovica Del Prete e Federica Fiorentini, gestiscono un vero e proprio brand con capi ideati come pigiami riadattati a outfit per uscire e fare colpo! Tutto risale ad agosto 2019 quando Ludovica invia un messaggio con una foto di un pigiama a Federica, scrivendo: «Non riesco a trovarne uno che mi piaccia; è l’unico abito che produrrei». Poche parole, ma sufficienti ad accendere la scintilla del progetto: «Facciamoli», risponde senza pensarci due volte la sua amica, attualmente titolare e co-partner del brand “Silence Please”. Tempo un anno e nasce così il primo modello, una casacca e un pantalone rigorosamente in seta e in diversi colori e disegni. Un due pezzi iconico e dalle linee senza tempo: è “Lucille”, destinato a restare come “must have” della collezione in maniera permanente. 

 

«Durante la pandemia le persone si sono abituate a indossare abiti comodi, ma senza dover rinunciare all’eleganza», spiegano Ludovica e Federica che, per l’estate 2021, propongono pigiami morbidi, tutti in seta e con tante fantasie, dalle più chic alle più stravaganti, per essere perfetti padroni di casa, sempre pronti ad accogliere gli ospiti, o donne e uomini che fanno dello stile il manifesto di una forte personalità che non teme giudizi e che detta trend. «È a questa clientela che ci rivolgiamo - spiegano le due imprenditrici - Acquirenti di nicchia che capiscono la moda e che fanno ricerca di outfit originali e stilosi, mettendoci anche la faccia. Persone eleganti che in pigiama si sentono a proprio agio dentro casa e fuori». In particolare, la donna “Silence Please” ha un’età compresa tra i 25 e i 60 anni, è caratterizzata da una marcata indipendenza, con tendenze internazionali e cosmopolite e, per questo motivo, si rispecchia in una figura dinamica che viaggia frequentemente.

Tuttavia, resta legata al suo vivere e lavorare in città. I modelli disegnati sono adatti a ogni occasione, dagli appuntamenti di lavoro alle serate importanti, dall’aperitivo in spiaggia ai cocktail party e fino ai matrimoni. I capi, che si possono acquistare nello showroom di via di Santa Prisca 15 a Roma, sul sito di e-commerce www.silencepleasecollection.com (che sarà online a breve) e anche via Instagram dal profilo “Silence please collection”, hanno un costo che varia da 350 a 400 euro e, nonostante il prezzo non proprio per tutte le tasche, a Natale scorso, complici le restrizioni che imponevano di stare a casa, sono andati “sold out” tra chi non ha voluto rinunciare all’eleganza tra le quattro mura domestiche. «C’è molta richiesta. Non esiste un prodotto di qualità come il nostro che sia di lusso accessibile», spiegano Ludovica, uscita dallo Ied a Roma, esperta di Comunicazione e Grafica, e Federica, con una formazione economica e un master a Londra in “Fashion media production” che, per il loro brand, si lasciano ispirare dalla Città eterna.

Il posto dove sono nate e che considerano «il più bello del mondo». Ma a suggerire idee per i bozzetti sono anche le loro esperienze di vita e le passioni che coltivano, come il cinema, i viaggi, la moda e i libri. Il loro concetto di eleganza, però, mette insieme anche passato e futuro: «Siamo cresciute con le nostre nonne e abbiamo appreso tutto quello che c’era da sapere sullo stile più raffinato. Ora, per il nostro prossimo progetto, pensiamo al domani e alla salvaguardia del Pianeta», concludono le due imprenditrici capitoline. Per una sfilata dedicata alla moda sostenibile e innovativa, infatti, sono pronte a stupire con pigiami fatti di stoffe appartenenti a stock inutilizzati. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Giugno 2021, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA