Con villa di proprietà e reddito di 60mila euro occupava casa popolare. Raggi: «Sgomberato»

Roma, con villa di proprietà e reddito di 60mila euro occupava casa popolare. Raggi: «Sgomberato»

Aveva un villino di proprietà e un reddito di oltre 60mila euro, ma malgrado tutto ciò occupava una casa popolare a Roma. «Abbiamo liberato l'appartamento, di circa 50 mq in via del Forte Tiburtino, vicino a Casal Bruciato: ora sarà assegnato ad una famiglia in graduatoria che ne ha diritto e bisogno», ha annunciato la sindaca di Roma Virginia Raggi su Facebook.

«Le case popolari rappresentano una risorsa fondamentale per la città e il benessere dei cittadini. Non tolleriamo che vi siano abusi, perché sull'utilizzo di queste case si basa il futuro di intere famiglie. Famiglie che attendono pazientemente in graduatoria anche da anni e che, come in questo caso, spesso si trovano ad aspettare più tempo perché l'alloggio è occupato da persone che, a differenza loro, un affitto sul mercato libero potrebbero permetterselo».


«Pensate che chi occupava abusivamente questo alloggio aveva anche fatto richiesta di regolarizzazione, in base alla sanatoria lanciata dalla Regione Lazio nel 2006. Una richiesta giudicata inammissibile dagli uffici capitolini. Ringrazio l'assessora Rosalba Castiglione, i dipendenti capitolini, gli uomini e le donne della Polizia Locale di Roma Capitale, la società AequaRoma e tutti coloro che si impegnano ogni giorno per tutelare i diritti delle famiglie in attesa della casa popolare. L'Edilizia Residenziale Pubblica è schiacciata da decenni di incuria, a danno dei cittadini. C'è ancora molto da fare, ma il lavoro che abbiamo messo in atto è strutturale e punta a una reale e solida rinascita del settore, al servizio delle famiglie».

Giovedì 23 Maggio 2019, 19:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA