Roma, mezzo milione di ragazzi a rischio dad. Il Campdoglio pensa di mettere "filtri d'aria" anti Covid nelle classi

Roma, mezzo milione di ragazzi a rischio dad. Il Campdoglio pensa di mettere "filtri d'aria" anti Covid nelle classi

di Lorena Loiacono

Scuola, tra venerdì e lunedì prossimo le lezioni ripartono in presenza: circa 515mila alunni tra Roma e provincia. Dalla Materna, con il ritorno in classe di 49mila bambini, ai 165mila delle Elementari, 114mila alle Medie e 187mila alle Superiori. Un esercito di studenti, mezzo milione, che prenderà bus e metro oppure verrà accompagnato dai genitori con l’auto privata. In tutto 24mila classi, che rischieranno però di finire in dad ai primi casi di positività accertata.

Scuola caos, la dirigente del liceo Mamiani di Roma: «Ho già la mail intasata da studenti e personale in isolamento»

Scuola, quarantene differenziate per età e niente educazione fisica: le richieste delle Regioni


Rispetto agli ultimi giorni di dicembre, prima della chiusura degli edifici, sono andate avanti le vaccinazioni tra la fascia di età 12-19 anni (arrivata all’80% in seconda dose) e sono partite tra i bambini di 5-11 anni: vaccinati finora più di 45mila bambini, pari al 12% del totale. Sono ancora pochi ma si tratta di dati sopra la media nazionale ferma al 9,2%.
«Invito le famiglie alla vaccinazione dei loro figli – dichiara l’Assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato - e a prenotare subito senza aspettare: il vaccino è l’unico strumento disponibile per arginare questa situazione che sta diventando sempre più impegnativa per i bambini, i ragazzi e le famiglie».
Intanto la Regione Lazio ha potenziato il servizio di screening tra la popolazione studentesca. E il Campidoglio ha chiesto allo Spallanzani maggior informazioni circa la possibilità di installare nelle classi filtri di aria “purificata” anti Covid.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Gennaio 2022, 07:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA