Roma, scuola milionaria: arrivano i soldi per sostituire caldaie e finestre, 300 istituti saranno green

Trasformazione energetica in 300 istituti: con 400 milioni saranno green

Roma, scuola milionaria: arrivano i soldi per sostituire caldaie e finestre, 300 istituti saranno green

di Lorena Loiacono

Ecosostenibili ed efficienti, alle scuole di Roma arrivano tanti soldi per rifarsi il look. Una pioggia di banconote, 390 miioni, per rendere gli edifici green. 
Addio classi al gelo e studenti che, seduti al banco, restano con sciarpa e cappello. Nell’efficientamento ci sarà grande attenzione alla sostituzione delle caldaie (che dovranno essere a norma e di ultima generazione), delle finestre fatiscenti e dei pannelli fotovoltaici. E così, in nome dell’ambiente, si risolveranno anche i problemi atavici delle scuole romane che ogni anno, al primo freddo, si ritrovano con la caldaia rotta a battere i denti. 

Scuola, il rapporto Invalsi: studenti male in italiano e matematica, uno su 2 imprepirato al diploma


In Campidoglio è stata firmata l’adesione al Cis, il Contratto Istituzionale di Sviluppo alla presenza del sindaco Gualtieri e il Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna. Gli interventi riguarderanno 212 tra nidi, scuole dell’infanzia, elementari e medie con la sostituzione di infissi e caldaie obsolete, l’istallazione di pannelli fotovoltaici e di solare termico, la realizzazione del “cappotto” e il cosiddetto relamping, ovvero il passaggio ad illuminazione a led per il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di gas climalteranti. Contando anche su una riduzione dei costi delle bollette.

Il CIS potrà contare su un primo finanziamento di 200 milioni di euro, che interesserà 111 scuole, vale a dire divise fra 21 asili nido, 19 scuole materne, 42 scuole elementari e 29 scuole medie, con investimenti da 11 a 13 milioni di euro circa per ogni municipio, e su una seconda fase di investimenti, da oltre 190 milioni di euro, per 101 scuole: 42 milioni di euro arrivano da fondi europei del Pon Metro Plus e altri 150 milioni di euro arriveranno da un mutuo di Roma Capitale. 
«Interveniamo con quasi 400 milioni complessivi – ha spiegato il sindaco Gualtieri - che ci consentono di agire potenzialmente su circa 300 scuole, un numero davvero imponente su tutto il territorio che abbiamo già identificato con prevalenza nella zona esterna all’anello ferroviario». I lavori avranno una breve scadenza: «A Roma – ha sottolineato infatti la ministra Carfagna - avremo entro il 2026, data prevista per la conclusione dei lavori, scuole meno inquinanti, più calde in inverno e più fresche nella bella stagione, con la messa a norma di ogni impianto termico ed elettrico e l’istituzione di procedure di manutenzione efficaci».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Luglio 2022, 15:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA