Roma, escrementi di topo sul pavimento, gli armadietti e i giochi dei bimbi nella Materna di via Taranto: scuola chiusa

Roma, escrementi di topo sul pavimento, gli armadietti e i giochi dei bimbi nella Materna di via Taranto: scuola chiusa

di Lorena Loiacono

Escrementi di topo in aula, negli armadietti e per terra. Tra i giochi dove i bambini dell’asilo mettono le mani che poi, molto spesso, portano alla bocca. Probabilmente questo è uno dei peggiori incubi che un genitore possa fare. 


Ma questa volta è la realtà, anzi è quanto accaduto in una scuola materna di Roma: la scuola comunale dell’infanzia di via Nino Taranto, nel municipio 10, tra Acilia e Malafede. Sono stati proprio i genitori ad accorgersi della presenza di escrementi a terra. E la segnalazione è partita proprio da mamme e papà, diretta ai carabinieri del Nucleo antisofisticazione, che sono subito intervenuti sul posto. 


Durante l’ispezione, quindi, i carabinieri del Nas hanno controllato le aule insieme al personale del Servizio di igiene e sanità pubblica dell’Asl Roma 3 ed hanno accertato la presenza di numerose feci dei topi. La scuola è stata chiusa, su disposizione del dirigente, e così resterà per almeno due giorni: ha bisogno di un importante intervento di derattizzazione e poi di una sanificazione approfondita. Solo dopo i bambini potranno tornare a scuola. Ma quel che resta, oggi, è lo sconcerto tra le famiglie: quegli escrementi negli armadietti o a terra stanno a significare che le aule non sono state sanificate a dovere prima che la scuola riaprisse in un momento in cui, per il Covid, servono invece pulizie costanti e approfondite. I bambini entrano scaglionati e i genitori solo con il Green pass, nel rispetto delle indicazioni medico sanitarie, ma poi si perdono di vista gli aspetti basilari come, appunto, la presenza di topi. I dirigenti scolastici dell’Associazione nazionale dei presidi di Roma, prima dell’inizio della scuola, dalle pagine di Leggo avevano sollecitato l’intervento dei municipi per pulire giardini e cortili dalle erbacce e dalla spazzatura proprio per evitare situazioni simili. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Settembre 2021, 08:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA