C'era una volta San Lorenzo, il grido d'allarme dei locali

Roma, c'era una volta San Lorenzo: il grido d'allarme dei locali

San Lorenzo a Roma si sta spegnendo sempre di più. La movida è traslocata causa gli episodi di malavita che hanno fatto sì che il quartiere romano assomigliasse sempre più a un presidio delle forze dell’ordine.

I locali chiudono. Ristoranti, location per esibizioni dal vivo, perfino i bar gestiti dai cinesi hanno abbassato la saracinesca. «Noi siamo qui da vent’anni – spiega Pasquale Idiv del gruppo della Locanda Atlantide - abbiamo rigenerato un capannone fatiscente e insonorizzato lo spazio. I concerti sono stati più di dodicimila, Mannarino faceva il dj da noi e i suoi live venivano proposti il mercoledì per conquistare, in seguito, il palco del fine settimana. Hanno suonato – ricorda Pasquale - Dick Dale e Sorgentone, il Banco del Mutuo Soccorso, Claudio Lolli, Max Gazzè, Giorgio Conte. Gli Screaming Headless Torsos e i Kids, The Pretty Thing e Juno 44, One Dimensional Man, Lydia Lunch e Bob Log III. Amigdala e i suoi primi important passi e la nascita di Any Given Monday. Il Jazz italiano e la tromba di Duke Ellington, Mr Jimmy Owens che è passato sul nostro palco ben tre volte. Mad Professor e il suo dub, Uccio Aloisi, Pino Zimba e i Cantori di Carpino, Gli Embryo, il teatro: Pippo Delbono, Valdoca, Roberto Latini, Ascanio Celestini, Rosa Masciopinto, il maestro Fernando Arrabal».

Ora però la location è chiusa e anche il nuovo progetto (Lithops Pollinedei che riguarda Roma, Chieti e Bruxelles) su cui Pasquale Idiv sta studiando da 5 anni rischia di fermarsi allo stop. «Nei primi dieci anni in cui siamo stati – sottolinea Pasquale - San Lorenzo era un quartiere molto più tranquillo, poi, con l’apertura di tantissimi esercizi, è diventato il quartiere alla moda, strafrequentato. Qualcuno ne ha perso il controllo fino a far esplodere il tutto e adesso si sta pensando di riparare i danni. Il nostro laboratorio dovrà riprendere il cammino». I locali stanno cercando di coinvolgere il II Municipio per cercare di smuovere la situazione.
Sabato 8 Giugno 2019, 15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA