Angelo, ricoverato in ospedale per un linfoma muore dopo aver contratto il Covid. La famiglia: «Vogliamo la verità»

Angelo, ricoverato in ospedale per un linfoma muore dopo aver contratto il Covid. La famiglia: «Vogliamo la verità»

Muore dopo il ricovero in ospedale. Angelo Parente a 35 anni, affetto da sindrome di down, era stato ricoverato a causa di una forma di leucemia in ospedale a Roma, ma proprio all'interno della struttura ha contratto il Covid che secondo la famiglia potrebbe aver aggravato il quadro clinico. Angelo ha lottato tra la vita e la morte per 15 giorni fino a quado la malattia non ha avuto la meglio, ma oggi la madre chiede giustizia e vuole fare chiarezza sulla morte del figlio. 

 

Leggi anche > Napoli, marito e moglie muoiono di Covid a distanza di poche ore: erano positivi da un mese

 

Angelo era arrivato al pronto soccorso del Policlinico Gemelli di Roma dopo una visita specialistica da Caserta per un sospetto linfoma. L'uomo è stato ricoverato ma dopo 15 giorni ha perso la sua battaglia per la vita. Secondo l'ospedale sarebbe morto a causa della leucemia, ma la mamma Teresa ha sporto denuncia aggiungendo che in quei giorni di ricovero, proprio in ospedale Angelo aveva contratto il Covid. La donna si chiede se il virus possa aver peggiorato la sua condizione e oggi chiede giustizia. 

 

Dopo il ricovero, secondo la mamma, lei e suo figlio sarebbero stati abbandonati, Teresa racconta a FanPage di aver fatto il tampone insieme ad Angelo e di essere risultati negativi: «Aveva dolori al petto, il bruciore, il fuoco mi diceva, ‘mamma ho il fuoco qua’ e si toccava il petto. Sentiva caldo io tenevo un ventaglio e lo sventolato notte e giorno. Iniziai a vedere che la saturazione scendeva, ma non veniva nessuno e allora strillai, strallai assai, assai, assai, e venne un’infermiera solo allora forse si resero conto».

 

La direzione dell'ospedale si dice dispiaciuta per l'accaduto che specifica è dovuto a una grave e aggressiva forma di leucemia. Ora verranno però effettuati degli esami per capire se il virus abbia peggiorato o meno il quadro clinico. 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Maggio 2021, 11:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA