Roma, preso a sprangate per una sigaretta: arrestato uno degli aggressori

Roma, preso a sprangate per una sigaretta: arrestato uno degli aggressori

Aggredito e preso a sprangate per una sigaretta: una violenza cieca e inaudita, quella subita da un romeno ferito gravemente a Roma alla fine del dicembre scorso. A quasi due mesi da quell'episodio, la Polizia di Stato è riuscita a rintracciare ed arrestare uno degli aggressori: si tratta di un 43enne, connazionale della vittima del pestaggio.

Leggi anche > Morto il comandante Alessandro Anselmi: stroncato da un malore a 37 anni. Lascia la moglie e due bambini

L'aggressione era avvenuta nei pressi di Ponte Milvio: la vittima si era rifiutata di offrire una sigaretta ad un connazionale ed era stato aggredito da più persone. Uno di loro lo aveva addirittura colpito con una spranga, causandogli gravi fratture per cui la vittima è ancora ricoverata in ospedale. Le indagini degli agenti del commissariato Ponte Milvio, diretto da Antonio Soluri, hanno però permesso di identificare uno dei responsabili dell'aggressione: si tratta di L.F.D., 43enne arrestato ieri mattina su viale di Tor di Quinto, non lontano dal luogo del pestaggio.

L'uomo arrestato, senza fissa dimora, sarebbe colui che ha causato, a colpi di spranga, le ferite più gravi alla vittima: al momento, il 43enne si trova nel carcere di Regina Coeli. Le indagini proseguono per risalire all'identità degli altri aggressori.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Febbraio 2020, 12:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA