Ponte di Ferro? No, ponte dei disagi. I residenti stremati: «Traffico impazzito, siamo in trappola
di Valentina Conti

Ponte di Ferro? No, ponte dei disagi. I residenti stremati: «Traffico impazzito, siamo in trappola»»

Dopo l'incendio, automobilisti in coda già di primo mattino

Automobilisti in coda già di primo mattino, nei quadranti che abbracciano quel che rimane del “Ponte di Ferro” si vive come all’inferno. Il traffico è oramai padrone di Ponte Sublicio, via degli Stradivari, poco prima di imboccare la direzione per viale Marconi, su via Zabaglia a Testaccio in direzione Portuense. Pattuglie dei vigili urbani a presidiare da Lungotevere Testaccio in poi ma con lo sciopero dei mezzi pubblici la situazione è diventata ingestibile. Così, con tra le mani i volantini-vademecum sui percorsi consigliati, è esplosa la protesta social dei cittadini. «Giri lunghissimi per raggiungere casa e lavoro, oramai siamo in trappola», scrivono angosciati alcuni abitanti su Facebook. «Già il traffico era impazzito con la riapertura delle scuole dopo la pausa elettorale, ora è un disastro», cinguetta Roberto F. su Twitter. «Ci tocca circumnavigare Marconi col ponte chiuso, ed è sempre peggio», tuona Simona G. 
I residenti sono angosciati, anche perché ci sono almeno un paio di domande cui nessuno è in grado di dare risposta: «Quando inizieranno i lavori di ripristino? E il ponte sarà com’era prima?».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Ottobre 2021, 13:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA