Roma, parco di Castel Sant'Angelo chiuso da 4 mesi: protestano i residenti

Hanno manifestato questa mattina, davanti a Castel Sant'Angelo, per chiedere la riapertura dei giardini chiusi da ormai quattro mesi. Un gruppo di residenti, ha voluto testimoniare in maniera civile e pacifica, il dolore per l'assenza di un gioiello. unica area verde del quartiere.

GUARDA ANCHE La denuncia del Messaggero

 

LA STORIA
Da quattro mesi le cancellate sbarrano l’accesso al parco in Prati: il 30 maggio un pino secolare è crollato alle 8 del mattino scatenando il panico tra i frequentatori dell’area. È scattato un primo intervento del Comune, ma poi c’è stata la paralisi. Sui cancelli restano fogli attaccati con il nastro adesivo che spiegano: «Area interdetta al passaggio, pericolo caduta rami».

TUTTO FERMO
A bloccare la riapertura sarebbe l'impossibilità del Servizio giardini di mettere il parco in sicurezza. Durante i controlli per la caduta del pino secolare, i tecnici hanno individuato la presenza di altri tre alberi a rischio. Per intervenire serve l'impiego di un braccio meccanico con cestello che arrivi fino a 24 metri di altezza. L'unico in possesso dei giardinieri però è rotto da tempo. E ripararlo sembra un'impresa impossibile.

 
 

I residenti, riuniti anche nel gruppo Facebook “Ridateci il parco di Castel Sant’ Angelo” sono tornati a chiedere interventi risolutivi. «Inconcepibile che  in tutto questo tempo il Comune non sia riuscito a trovare una soluzione».
Sabato 22 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME