Padre pedofilo vende sesso con la figlia disabile: nigeriano lo fa arrestare, premiato con permesso soggiorno
di Alessia Marani

Padre pedofilo vende sesso con la figlia disabile: nigeriano lo fa arrestare, premiato con permesso soggiorno

  • 2,2 mila
    share
Aiuta la polizia a stanare il padre pedofilo che faceva prostituire e abusava della figlia minorenne, portatrice di handicap fisici e psichici, e ottiene il permesso di soggiorno. Un permesso conquistato sul campo da un giovane nigeriano arrivato a Roma, Samson Mavis, 28 anni, dopo che in patria gli erano stati uccisi entrambi i genitori e il fratello. Lui che era un ex detective della polizia africana ed è un cattolico fervente, quando una mattina di settembre era stato avvicinato da un italiano di 45 anni che a bordo di un fuoristrada gli prometteva incontri bollenti con la figlia seduta sul sedile posteriore, ha fatto finta di essere interessato, ha chiesto informazioni, ha preso il numero di telefono dell'orco e poi ha allertato gli agenti del commissariato Monteverde. Sabato mattina il questore Guido Marino, alla presenza della dirigente del commissariato Mariella Chiaromonte, ha firmato davanti ai suoi occhi il permesso di soggiorno concesso per motivi umanitari. Gli ha stretto la mano, si è congratulato. Lui, lacrimoni per la gioia, ha ringraziato: "Ho fatto solo il mio dovere". In realtà ha fatto di più.

LA STORIA
Una vicenda terribile, odiosa. Quell'uomo di 45 anni ben vestito e a bordo del suv girava per il quartiere adescando giovani di colore. Prometteva loro un rapporto sessuale con la ragazzina, incapace di intendere e di volere. Offriva anche soldi: "Ti do 25 euro se vieni con lei, ci divertiamo". Per convincere i ragazzi mostrava anche dei video amatoriali in cui si vedevano scene di sesso con la minorenne.
Il nigeriano acconsente a fissare l'incontro per il 21 mattina, sempre davanti allo stesso supermercato nei pressi del quale era stato avvicinato. Si mette d'accordo con la polizia. Gli agenti assicurano allo straniero che non lo perderanno mai di vista, che saranno lì vicino a lui in abiti borghesi.

Lo straniero sale sul fuoristrada. L'uomo parte. Durante il tragitto gli dirà che "per oggi non abbiamo tempo di stare con lei, se vuoi divertiti un pochino giocando. Ma oggi è meglio che tu stia con me, la prossima volta andrai con lei". Il nigeriano, spaventato, approfitta di un momento di distrazione dell'uomo e invia un messaggio ai poliziotti. Che intervengono e fermano il suv. Si fanno consegnare dal 45enne il telefonino. All'interno ci sono immagini agghiaccianti, scene e video di sesso tra almeno sei uomini di colore e la figlia disabile. Si sente (e si vede) il padre partecipare agli incontri, dire a quei giovani stranieri che cosa fare. Un quadro che non lascia spazio a dubbi. F. A., il 45enne, viene arrestato, così come più tardi anche un gambiano e un nigeriano identificati grazie alle immagini. Per Mavis comincia una nuova vita in Italia.

 
Sabato 14 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15-10-2017 16:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-10-16 19:26:28
Bravo a questo ragazzo...il padre e'meglio che nn dico niente xche'poi nn mi so controllare
2017-10-16 12:28:44
Che schifo il padre.....io caccerei anche l'immigrato
2017-10-16 11:19:26
Ma in che mondo viviamo ?? Non esiste piu amore afetto dignita che schifo
2017-10-15 14:07:27
Che schifo... .un padre che come prima ragione di esistere dovrebbe difendere i figli.
2017-10-15 12:57:09
Io gli darei la cittadinanza ad uno così ....
DALLA HOME