Roma, No Pain No Gain: una storia di famiglia per un marchio che punta al futuro

Roma, No Pain No Gain: una storia di famiglia per un marchio che punta al futuro

Un marchio che sta facendo impazzire i romani. No Pain No Gain entra a gamba tesa sul mercato dell'abbigliamento capitolino e lo fa dalla porta centrale: a piazza Venezia, dove è nato il primo store monomarca. A raccontarci la storia di questo negozio è il proprietario, Marco: "Il marchio " No Pain No Gain Roma" viene molto da lontano, nasce da una storia di vita vissuta e sportiva - spiega il patron dello store e del progetto - un anno e mezzo fà a piazza Venezia in via del Plebiscito fronte altare della Patria, nasce il concept store No Pain No Gain Roma con una mia scommesa personale... che tanto scommessa non è". Mentre parla la voce trema e i ricordi riaffiorano: "Fin da piccolo ho sempre lavorato nell'azienda sportiva di famiglia  a Torbellamonaca che dopo 30 anni di attività ha chiuso i battenti a causa della crisi economica, l'avvento delle multinazionali sul mercato romano e la pressione fiscale che non ha permesso di proseguire ad una semplice famiglia che con tanti sudori e sacrifici ha sostenuto un'attivita che fino al 2009 vantava 40 dipendenti. Io e mio papà soprattutto, nel giro di 5 anni abbiamo perso mia mamma e mia sorella ma nonostante ciò vedendo sfumare i progetti commerciali e gli stimoli personali, mi sono rimboccato le maniche e ho creato questo brand, rischiando tutto con l'apertura  nel centro storico di Roma . No pain Nogain Roma viene identificato col suo tricolore, col suo elmo spartano/gladiatorio e soprattutto col suo motto forte, d'impatto, mirato a chi conosce il sacrificio al fine di ottenere risultati".

Marco ha competenze nel settore dell'abbigliamento e anche sportive praticando rugby, calcio, sport funzionali e da contatto, pertanto vuole divulgare ai turisti che vengono ad apprezzare la nostra città eterna, una t-shirt ed una collezione completa sportiva uomo e donna: "Un prodotto che rimanga anche nel loro paese conservando i nostri colori, il nome della nostra capitale e il nostro spirito combattente che discende dal nostro impero romano.
No Pain No Gain Roma  punta ad entrare nel mercato italiano e romano anche se l'afflusso della clientela in centro è al 99% straniera, visto la bassa presenza di persone che vivono nel centro storico, la dislocazione di molti ufffici e la difficoltà che riscontra un cittadino romano a raggiungere il centro storico". Ma per gli amanti di casa nostra nessun problema: "Abbiamo un sito shop-on line e pagine social Facebook e Instagram dove con soddisfazione viene taggato dai clienti che una volta tornati nel loro paese, una volta indossati i nostri prodotti si immortalano durante il loro allenamento o anche per  una semplice passeggiata in città. In un centro storico invaso da attività gestite da stranieri o da negozi monomarca gestiti dalle multinazionali stesse, provo a insistere, a rischiare, mettendo in gioco, insieme al mio staff, professionale, cordiale e disponibile tutta la mia energia, il mio sacrificio e orgoglio....al fine di ottenere un risultato". Ora, se quello che recita il motto No Pain No Gain (Nessun sacrificio, nessun risultato), è vero il futuro sarà un successo. Anzi, forse il futuro è già arrivato.


Ultimo aggiornamento: Sabato 9 Giugno 2018, 17:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA