Roma, oggi la manifestazione "no-mask": attese duemila persone senza mascherine

Roma, oggi la manifestazione "no-mask": attese duemila persone senza mascherine

Duemila persone, tutte rigorosamente senza mascherine, sono previste oggi a Roma per la manifestazione no mask. Una folla che vedrà sfilare gli oppositori delle misure anti-Covid e i sostenitori della libertà di non vaccinarsi, promettono i manifesti che si vedono in questi giorni sui muri della Capitale: "Tutti a Roma al grido: Italia libera! Contro la dittatura sanitaria, finanziaria e giudiziaria".

Il gruppo Facebook 'Italia libera 5 settembre tutti a Roma' dà appuntamento alle ore 16 davanti alla Bocca della verità. "Saremo in piazza contro i tanti… politici, giornalisti e artisti, ma anche scienziati, medici e giuristi in questi mesi che hanno censurato la verità per mantenere questa situazione - afferma Mario Bacco, segretario generale dell'associazione 'l'Eretico', tra i promotori della manifestazione - Non gli sono bastate le tante morti di migliaia di pazienti, uccisi da protocolli sbagliati, gli anziani 'sterminati' nelle Rsa, i malati di cancro lasciati a morire, le aziende e posti di lavoro andati in fumo, i suicidi raddoppiati, le sindromi ansiosodepressive alle stelle, i bambini e la scuola usati per panico e sottomissione. Noi, invece, crediamo che gli italiani siano pronti e reclamino la piazza per manifestare il loro dissenso per le ingiustificate privazioni delle loro Libertà e per il furto del loro futuro e di quello dei loro figli".

In piazza anche militanti di estrema destra. "Dopo mesi e settimane di duro lavoro siamo arrivati. E' il grande giorno. Il 5 settembre sarà storia", ha affermato Giuliano Castellino, leader romano di Forza Nuova annunciando la partecipazione per "salvare i bambini dalla dittatura sanitaria e cancellare le leggi Azzolina e Lorenzin". "Contro il regime e i suoi pennivendoli, contro la dittatura sanitaria, finanziaria e giudiziaria si innalzano i tricolori della libertà - dice ancora Castellino - marciano le mamme d'Italia. Lottano le nonne, ci saranno i bambini. Insieme ai lavoratori, alla partite Iva, ai disoccupati, ai precari, tutti uniti a gridare libertà".


Ultimo aggiornamento: Sabato 5 Settembre 2020, 09:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA