Minisindaci, a Roma il centrosinistra fa filotto: 14 su 15. Cancellato M5s, solo nel Municipio 6 vince il centrodestra
di Elena Gianturco

Minisindaci, a Roma il centrosinistra fa filotto: 14 su 15. Cancellato M5s, solo nel Municipio 6 vince il centrodestra

La larga conquista del Campidoglio da parte di Roberto Gualtieri fa da traino al centrosinistra anche nei municipi: d’ora in avanti 14 su 15 saranno targati dem. Unica eccezione il Municipio 6, quello delle Torri. che sarà guidato da una giunta di centrodestra. Del tutto liquefattosi il sistema di potere che negli ultimi 5 anni aveva visto invece trionfare i minisindaci di M5s.
TSUNAMI STELLATO. Lo tsunami sui pentastellati iniziato al primo turno con la disfatta di Virginia Raggi e di 14 candidati M5s alla poltrona di mini sindaco, si è concluso ieri con la sconfitta dell’unica sfidante del Movimento ancora in corsa. L’ultima bandierina è infatti caduta proprio nella ormai ex roccaforte del Movimento, conquistata da Nicola Franco. Che da oggi è a sua volta l’unico rappresentante del centrodestra su una poltrona che conta nel territorio capitolino. 


VALANGA. Il centrosinistra mantiene lo scettro nel Municipio 1 dove la presidente uscente eletta in Consiglio comunale (la dem Alfonsi) ha lasciato il posto a Lorena Bonaccorsi nella storica roccaforte del Pd. Così come il Municipio 2, quello con la più alta affluenza, dove Francesca Del Bello, candidata senza passare per le primarie, ha conquistato il secondo mandato. Torna al dem Paolo Marchionne il Municipio 3, altro storico fortino del centrosinistra: il neopresidente risale sullo scranno più alto dopo sei anni, cioè dalla caduta di Ignazio Marino. Stessa sorte per Daniele Torquati che strappa il Municipio 15 baluardo del centrodestra, grazie a una rimonta che ribalta al ballottaggio il risultato del primo turno. Anche Mario Falconi nel Municipio 10 recupera un gap di svantaggio di quasi 13 punti e vince su Monica Picca già sconfitta nel 2017, sempre al ballottaggio, dal Movimento 5Stelle che nel Municipio di Ostia raccolse un consenso record. 
SIGNORI, SI CAMBIA. Il cambio di scenario tra primo e secondo turno ha interessato in tutto otto municipi. Altra rimonta consistente nel 13 dove la candidata del centrosinistra Sabrina Giuseppetti ha recuperato oltre otto punti di distacco. Vittoria netta anche nei Municipi 4 e 5, con i due candidati di centrosinistra che sfiorano il 60% ribaltando il risultato di 15 giorni fa. Nel Municipio 11 rimasto vacante per oltre due anni dopo la sfiducia al presidente M5s, il testa a testa del primo turno si è invece trasformato nel trionfo del nuovo mini-sindaco di centrosinistra. Risultato prevedibile quello nel Municipio 8 dove Amedeo Ciaccheri migliora la prestazione di due settimane fa segnando uno schiacciante 70%. Confermandosi così presidente della “rossa” Garbatella.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Ottobre 2021, 07:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA