Metro interrotta, caos in centro a Roma: la rabbia dei pendolari. Lega: «Festival del degrado»

L'interruzione ha scatenato la rabbia e il caos tra i pendolari

Video

Metro interrotta e caos in pieno centro a Roma. Intorno alle 6.30 di questa mattina, martedì 24 gennaio, Atac ha annunciato di aver interrotto la circolazione tra la stazione Termini e Ottaviano, per eseguire un intervento tecnico: per i passeggeri è stato attivato un servizio di bus sostitutivi. Il servizio è ripreso completamente alle 10.55.

Roma, i predoni dei turisti: anno nuovo ma sempre gli stessi furti. Arrestati 7 borseggiatori tra bus e metro

Metro interrotta, caos a Termini

L'interruzione ha scatenato la rabbia e il caos tra i pendolari, che si sono riversati in strada per accaparrarsi un posto sugli autobus. «I tecnici ATAC stanno lavorando da stamattina alle 6 per risolvere un problema lungo la linea che ha determinato la parziale sospensione del servizio della Metro A, nel tratto fra Termini e Ottaviano.  L'intervento tecnico è complicato dalla posizione nella quale si è verificata l’anomalia alla linea aerea che ha fatto intervenire le protezioni elettriche. Sarà cura di ATAC comunicare le previsioni di ripristino una volta accertata l’entità del danno elettrico. E’ stato attivato un servizio sostitutivo di superficie con oltre 70 autobus per contenere al massimo il disagio ai clienti», comunica Atac.

«Per consentire la rimozione in sicurezza dell’interferenza elettrica che impedisce il regolare esercizio della linea A, la limitazione della tratta è stata temporaneamente estesa fra Termini e Battistini. Le operazioni si prevede possano concludersi per le 10.30 con la riattivazione della intera linea».

Codacons: «Giornata infernale»

«Giornata infernale per i cittadini romani che utilizzano la metro, a causa del blocco del servizio nella tratta Termini-Battistini che dalle prime ore di oggi sta causando enormi disagi agli utenti e ripercussioni al traffico cittadino. Un disservizio grave che porta oggi il Codacons a presentare un esposto in Procura e ad attivarsi per tutelare gli interessi dei passeggeri». Lo fa sapere l'associazione per i diritti dei consumatori.

«Presenteremo oggi stesso un esposto alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine contro Atac e Comune per la possibile fattispecie di interruzione di pubblico servizio - afferma il presidente Carlo Rienzi - Episodi come quello odierno sono inaccettabili perché non solo interrompono un servizio regolarmente pagato dagli utenti, che acquistano biglietti e abbonamenti per un trasporto pubblico che deve essere efficiente e costante, ma arrecano un danno all'intera città, aumentando il traffico veicolare in superficie e paralizzando la circolazione di bus e auto». «Pubblicheremo inoltre oggi un modulo sul sito del Codacons attraverso il quale tutti i passeggeri coinvolti nei disagi odierni che hanno subito danni a causa dell'interruzione della metro potranno chiedere il giusto risarcimento al sindaco Gualtieri e Atac», conclude Rienzi.

Santori (Lega): festival del degrado

“Un’altra giornata campale, un altro festival del degrado e dell’incompetenza che ormai non ha più bisogno nemmeno del battage pubblicitario che accompagna il percorso rituale verso Sanremo. A Roma funziona solo il degrado, il sindaco Gualtieri e l'assessore Patanè totalmente assenti non rispondono più neanche alle associazioni che tutela gli utenti del trasporto pubblico. Le immagini di questa mattina si commentano da sole. Passeggeri disperati per l’ennesimo stop dei servizi. Metro A guasta e migliaia di viaggiatori lanciati verso la stazione Termini in cerca di mezzi sostitutivi che non arrivano, polizia locale assente, carabinieri in strada nel tentativo di arginare il traffico, il caos e la rabbia della gente che non sopporta più le chiacchiere su un futuro che non arriva mai e pretende una città che sia quella di oggi, di ogni giorno, dei cittadini. Roma sta perdendo il senso della realtà. L’immersione totale nelle chiacchiere e nei sogni, nel futuro e nei progetti, lascia al presente solo incuria, disagi e malfunzionamenti. Forse il sindaco Gualtieri sta meditando sul ‘biglietto da visita’ più adatto a presentare la città Eterna al mondo per il Giubileo 2025 o per l’Expo 2030. Potrebbe farci un con concorso, certo, ma per favore: prima i servizi, l’efficienza, la serietà e il rispetto dei romani. Roma è adesso: tre milioni di persone vivono e lavorano qui, oggi, e non domani, adesso, e non più tardi. Un Sindaco ha il dovere di tutelare offrire servizi accettabili. Altrimenti si dimetta insieme all'assessore”. Lo dichiara il capogruppo della Lega in Campidoglio Fabrizio Santori, a proposito del guasto di oggi sulla linea A della metropolitana.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Gennaio 2023, 11:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA