Il tam tam sui social, l'appuntamento, poi la maxi rissa: accoltellato un 19enne

Il tam tam sui social, l'appuntamento, poi la maxi rissa: accoltellato un 19enne

Ancora una maxi rissa tra ragazzi. Ancora una volta il tam tam dell'appuntamento ha viaggiato sui social. È accaduto nel pomeriggio nella zona di Isola Sacra a Fiumicino, vicino a Roma. Sfidando la zona rossa giovani e giovanissimi si sono affrontati a calci e pugni in strada in pieno giorno. Nella zuffa è spuntata anche una lama. Un ragazzo di 19 anni è stato soccorso e trasportato all'ospedale Grassi di Ostia per una ferita d'arma da taglio a un braccio. Prima dell'arrivo della polizia ci sarebbe stato un fuggi fuggi generale. Così giunti sul posto gli agenti del commissariato Fiumicino hanno trovato solo il giovane ferito.

Leggi anche > Meteo, arriva anticiclone africano: caldo come a maggio su tutta Italia, ma nel weekend peggiora PREVISIONI

Sono quattro al momento i ragazzi denunciati dalla polizia. Tra loro ci sono anche il ragazzo ferito e il presunto responsabile del ferimento. Continuano le indagini degli investigatori del commissariato Fiumciino per identificare gli altri protagonisti della rissa. A quanto ricostruito finora, i circa venti giovani e giovanissimi appartenevano a due gruppi e si sarebbero dati appuntamento su una nuova piattaforma social dopo una serie di insulti via web. Il presunto autore del ferimento, rimasto ferito a una mano, avrebbe un piccolo precedente alle spalle. Sul posto la polizia ha anche sequestrato un manganello.

Una sorta di 'resa dei conti' dopo usa serie di insulti a distanza sul web. Da chiarire il motivo che ha acceso gli animi. Qualcuno nella zuffa avrebbe visto spuntare mazze e coltellini. E non è la prima maxi rissa scoppiata in epoca Covid, nonostante le restrizioni previste. Tra le ultime a febbraio una scoppiata a Formia, località in provincia di Latina, in cui fu accoltellato a morte un minorenne. Poco prima di Natale, invece, scoppiò una maxi rissa tra minorenni al Pincio nel 'salotto di Roma'.

L'episodio di oggi avviene nell'ultima domenica in zona rossa per il Lazio, una giornata che molti hanno deciso di trascorrere all'aria aperta. Affollati i principali parchi della Capitale, il centro storico come anche il lungomare e le spiagge di Ostia. In tanti, approfittando della giornata di sole, hanno deciso di fare una passeggiata, un giro in bici, sport all'aria aperta o a prendere il sole in spiaggia. Predisposto dalla Questura anche per questo fine settimana un piano di controlli anti assembramenti. Agenti della polizia locale, anche in bici, sono impiegati soprattutto nei parchi e nelle ville storiche dove intervengono, se necessario, per far rispettare le norme anti-Covid. Finora sono state 90 le multe elevate dalla polizia locale nel weekend per assembramenti e feste illegali. I vigili hanno effettuato oggi circa duemila controlli. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Marzo 2021, 09:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA