Roma, la Questura non autorizza il sit-in “IoApro” a Montecitorio. Gli organizzatori: «Domani ci saremo comunque»

Roma, la Questura non autorizza il sit-in “IoApro” a Montecitorio. Gli organizzatori: «Domani ci saremo comunque»

A pochi giorni dalla manifestazione con disordini davanti alla Camera, il movimento "Io Apro" ha lanciato un nuovo sit-in in piazza Montecitorio a Roma previsto per domani, lunedì 12 aprile. «L'ultimatum è scaduto», hanno scritto nei giorni scorsi gli organizzatori sulla loro pagina Facebook. 

 

Scontri a Roma tra ristoratori e polizia: feriti due agenti. Una manifestante in lacrime: «Lavoro per un euro»

 

 

 

La Questura, però, ha comunicato che "la manifestazione non è autorizzata". Secca la replica di Antonio Alfieri, uno dei fondatori di "IoApro": «Noi andremo comunque a Roma, stiamo fallendo e manifestare è un diritto. Vi abbiamo dato 48 ore per legittimare le riaperture di tutte le attività economiche. Nessuno ci ha rispettato. Porteremo 20.000 persone davanti al Parlamento».


Secondo quanto si è appreso, la Questura di Roma ha negato la manifestazione in quanto la piazza quel giorno sarebbe già occupata da un altro sit-in. 


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile 2021, 17:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA