Roma e Lazio, la mappa del tifo nella Capitale: «Un laziale ogni tre romanisti»

Per la prima volta viene svolta una ricerca sul tifo a Roma, che comprende anche la ripartizione per singoli quartieri: l'indagine condotta da Filippo Celata e Gabriele Pinto

Roma e Lazio, la mappa del tifo nella Capitale: «Un laziale ogni tre romanisti»

di Enrico Chillè

Roma, ecco la prima mappa del tifo 'ripartito' tra sostenitori della Roma e della Lazio. A realizzarla sono stati i ricercatori della Sapienza Filippo Celata e Gabriele Pinto (rispettivamente docente di Geografia economica e dottorando di Scienze sociali ed economiche), che hanno considerato anche le percentuali nei singoli quartieri della Capitale, compresi quelli periferici e oltre il Grande Raccordo Anulare, ma anche la ripartizione in tutta la provincia di Roma e in tutto il Lazio. Non mancano le sorprese.

Leggi anche > Acerbi, la lettera ai tifosi dopo la risata con il Milan: «Sono leale, amo la Lazio»

Roma, la mappa del tifo: il metodo di lavoro

Non sono molti i sondaggi e le ricerche sui tifosi in tutta Italia, ancora meno lo sono quelli a Roma. I due ricercatori, però, hanno svolto un lavoro molto complesso, andando a verificare se effettivamente vengono confermate le teorie (o leggende metropolitane) che vedono una prevalenza di tifosi laziali a Roma Nord (ma anche ai Parioli, al Quartiere Africano, al Nomentano e a Montesacro) e di tifosi romanisti al Centro e negli storici quartieri popolari (come San Lorenzo, Garbatella, Testaccio, Quadraro). Per farlo, Filippo Celata e Gabriele Pinto hanno utilizzato i big data, cioè le informazioni personali raccolte dalle piattaforme digitali per vendere spazi pubblicitari mirati a specifici target di utenti. Non senza qualche difficoltà tecnica ma a un costo praticamente nullo, gli stessi dati si possono usare per ottenere informazioni altrimenti non disponibili, oltre che dettagliate. Del lavoro, di cui poter leggere ogni dettaglio a questo link, parla oggi anche La Repubblica.

Roma, la mappa del tifo: la densità nella Capitale

L'analisi dei big data sembra confermare quanto già ipotizzato o rivelato da alcuni sondaggi negli anni passati: nel Comune di Roma, mediamente, per ogni laziale ci sono tre romanisti. Il rapporto diminuisce andando fuori Roma: in tutta la Regione per ogni tifoso laziale ci sono 2,3 romanisti, nei Comuni del Lazio diversi da Roma il rapporto scende a 1,7.

Per realizzare la mappa del tifo, i ricercatori hanno fatto ricorso alla kernel density: pur non essendoci zone di Roma in cui i laziali sono maggioranza, ci sono dei quartieri in cui la loro prevalenza è maggiore rispetto alla media cittadina e quel dato, reso su celle dalla superficie di circa 0,75 chilometri quadrati, assume colori diversi proprio in base al rapporto con la media. Nelle zone gialle, ad esempio, la prevalenza di tifosi romanisti è poco maggiore rispetto alla media, mentre in quelle rosse è molto maggiore; allo stesso modo, nelle zone azzurre la prevalenza di tifosi laziali è poco maggiore rispetto alla media cittadina e aumenta nelle celle blu e nere.

Roma, la mappa del tifo quartiere per quartiere

Tra Roma e Lazio, i ricercatori hanno anche stilato una mappa del tifo quartiere per quartiere. Si viene così a scoprire che ci sono quartieri e zone di Roma a forte prevalenza romanista, e altre zone in cui invece la percentuale di tifosi laziali è più alta. Anche se il rapporto è sempre alto a favore dei romanisti, ci sono dei quartieri e delle zone in cui l'incidenza di tifosi laziali è più alta.
Non mancano le sorprese: tra i quartieri più romanisti, troviamo Esquilino, San Lorenzo, XX Settembre, il quadrante di Roma Est e del VI Municipio e i rioni del Centro Storico (con una netta prevalenza specialmente in periferia).
Tra i quartieri più laziali, ci sono zone situate nell'estrema periferia di Roma: Ciampino, Ostia, Settecamini e Casal Monastero, Aeroporto dell'Urbe, Bufalotta, Morena, Quarto Miglio, San Basilio, Labaro, Settebagni, La Rustica, Gregna e Tor Cervara. Nella zona considerata Roma Nord (Flaminio, corso Francia, Vigna Clara, Balduina) si conferma una maggiore presenza di tifosi laziali, come era lecito aspettarsi, ma nella zona di Roma Sud (da Ostiense a Portuense) il rapporto tra romanisti e laziali è più basso di quanto si poteva immaginare prima dello studio.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Aprile 2022, 10:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA