Cede la scala del teatro caro a Gigi Proietti, salto nel vuoto per decine di alunni appena usciti dalla sala

Cede la scala del teatro caro a Gigi Proietti, salto nel vuoto per decine di alunni appena usciti dalla sala

di Lorena Loiacono

Il terrore negli occhi dei ragazzi, la scala che crolla e il panico dopo il crollo nel Globe Theatre. Un bilancio non di poco conto: 12 i feriti, tra cui 5 adulti e 7 ragazzi tra 15 e 18 anni (solo uno è stato assistito sul posto mentre tutti gli altri sono stati trasportati in ospedale). La scolaresca, dell’istituto Saffo di Roseto degli Abruzzi in gita a Roma, stava uscendo dal teatro nel cuore di Villa Borghese quando, verso le 13:30, la scala al terzo piano ha ceduto. I ragazzi avevano appena assistito al Macbeth di Shakespeare in lingua inglese e stavano per tornare a casa. «Sono caduti tra il terzo e il secondo piano - spiega una professoressa - un volo di tre metri tra pezzi di legno. Abbiamo temuto il peggio».
Un incidente che poteva avere conseguenze decisamente peggiori e che, senza andare a scomodare la maledizione del Macbeth (ben nota a chi conosce il teatro shakespeariano), doveva essere evitato. Anche perché, dopo lo stop imposto dal Covid, le scuole hanno ripreso le visite culturali e i teatri hanno ripreso gli spettacoli.

Ieri c’erano anche i ragazzi dei licei Talete e Albertelli di Roma e oggi sarebbero dovute andare tutte le classi terze del liceo Nomentano. Centinaia di adolescenti, ogni giorno, nel teatro che fu tanto caro a Gigi Proietti. Come è stato possibile un crollo simile in uno dei più importanti teatri comunali di Roma? 
Il sindaco Gualtieri ha chiesto una commissione tecnica del Campidoglio per accertare le responsabilità, verificando il rispetto degli obblighi della convenzione sottoscritta tra Roma Capitale e il Teatro di Roma e del rapporto tra il Teatro di Roma e la Società Politeama Srl, che gestisce la stagione teatrale. La Procura aprirà un fascicolo, sul posto sono intervenuti gli ispettori della Asl e l’area è stata sequestrata. 
Secondo quanto riferito dal teatro al Campidoglio, le ultime verifiche per l’agibilità risalgono al maggio 2021 e si sarebbero dovute ripetere nel 2023. Le responsabilità dell’accaduto vanno accertate perché 11 persone, lì per Shakespeare, sono invece finite in ospedale con traumi da caduta: due al Gemelli, due al San Camillo, due al policlinico Umberto I, due al Santo Spirito, due al Bambino Gesù e uno al San Giovanni.  


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Settembre 2022, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA