Roma, ex portiere si chiude nel condominio dove lavorava e minaccia di incendiare il palazzo

Roma, ex portiere si chiude nel condominio dove lavorava e minaccia di incendiare il palazzo

L'uomo è stato trasportato all'Ospedale Policlinico Umberto I e sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio (TSO)

Paura nel Nomentano (Roma), dove un 58enne si è barricato nel palazzo dove lavorava come portiere e, dopo aver cosparso il pavimento del cortile condominale con del liquido infiammabile, ha minacciato dar fuoco all'immobile.

 

 

Leggi anche - Valerio Duro trovato morto: «Si è buttato dal ponte dei suicidi di Ariccia». Era scomparso domenica a Roma

 

È quanto accaduto ieri, 18 ottobre, intorno alle ore 15:00, in viale Regina Margherita, dove sono subito intervenuti i Vigili del fuoco e gli agenti del Commissariato Porta Pia, dopo la richiesta di aiuto per «un uomo che minaccia di dar fuoco al palazzo all'interno del cortile condominiale». Con difficoltà, i militari hanno convinto l'uomo a desistere dai propri intenti incendiari.

Di seguito, il 58enne è stato trasportato all'Ospedale Policlinico Umberto I e sottoposto ad un trattamento sanitario obbligatorio (TSO). Nessuno è rimasto ferito. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 09:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA