L'erba del Colosseo: preso un venditore ambulante di bibite che spacciava hashish ai turisti
di Emilio Orlando

L'erba del Colosseo: preso un venditore ambulante di bibite che spacciava hashish ai turisti

Il Colosseo e il Colle Oppio diventano pure piazza di spaccio. La conferma arriva dall’arresto di un bengalese, che spacciava hashish ai turisti. Quando i carabinieri lo hanno fermato, appariva come il solito venditore ambulante di bevande. L’uomo offriva però ai visitatori bottigliette d’acqua ed “erba” da fumare.

 

I carabinieri della compagnia di Piazza Dante (in servizio per contrastare il fastidioso fenomeno dei salta fila e degli abusivi) si sino insospettivi per una strana “trattativa” con alcuni nord europei. La perquisizione nelle tasche del 35enne Oshen Mukul ha portato alla stupefacente scoperta. Dai pantaloni sono saltate fuori 50 dosi di hashish già confezionate e pronte per la vendita. Il principio attivo molto elevato, che i periti tossicologi della procura hanno analizzato e certificato, lascia pensare che si tratta di una partita di droga di ottima qualità, di cui evidentemente si è sparsa la voce tra i visitatori stranieri del Colosseo. 
Durante l’udienza di convalida di ieri mattina nel tribunale penale di piazzale Clodio, dove è comparso davanti al pubblico ministero Mauro Masnaghetti, il bengalese è stato condannato a 10 mesi di reclusione e a 10 mila euro di multa con la sanzione accessoria del divieto di dimora.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Settembre 2021, 07:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA