Via Petroselli, il Comune si sveglia: più turni e nuovi sportelli. E spunta l'hashtag #virginiamettitiinfila
di Lorena Loiacono

Roma, anagrafe via Petroselli. Il Comune si sveglia: più turni e nuovi sportelli. E spunta l'hashtag #virginiamettitiinfila

Ancora caos alla Casa comunale, gli uffici scoppiano. E il Campidoglio corre ai ripari: apriamo nuovi sportelli per snellire la fila. Non accenna a diminuire, infatti, la ressa che ogni giorno si crea nei corridoi di via Petroselli dove, al civico 50, ci sono gli uffici dell'Anagrafe, quelli del municipio 1 e, appunto, quelli della Casa comunale. Ed è a quest'ultima che sono invitati a rivolgersi i cittadini che devono ritirare una raccomandata che il postino non è riuscito a consegnare a mano. Le cosiddette mancate consegne che riguardano multe e sanzioni dall'Agenzia delle Entrate.
Ci sono vecchie multe, anche di 4 anni fa, così come cartelle esattoriali di vario tipo. Tutti pagamenti da fare per mettersi in regola, ovviamente. Ma la strada finora è stata decisamente complicata: un fiume di persone, ogni giorno, si accalca nei corridoi del piano terra per raggiungere lo sportello per pagare e poi quello per ritirare il plico. Un afflusso considerevole, direttamente proporzionale con la valanga di cartelle arrivate a fine anno dall'Agenzia delle Entrate. A cui hanno fatto seguito tutte le cartoline di mancata consegna finite nella cassetta della posto. Un effetto a valanga che ha letteralmente investito la Casa comunale. Centinaia di accessi ogni giorno, un flusso continuo per l'intera mattinata e tanti i cittadini che rinunciano a causa della lunga attesa, tornano indietro per poi ripresentarsi il giorno dopo.
Leggo ha documentato la situazione più volte, lanciando anche l'hashtag #virginiamettitiinfila e ieri il Campidoglio ha deciso di intervenire. Abbiamo registrato un massiccio e straordinario invio di cartelle e notifiche da parte dell'Agenzia delle Entrate spiegano da Roma Capitale e non solo, allo stesso tempo è stato rilevato anche un elevato numero di cartoline per mancata consegna: due fattori non comuni che stanno creando notevoli disagi. Per questo motivo, da subito, attiveremo un maggior numero di sportelli per smaltire le attese soprattutto nella parte che riguarda i pagamenti. A breve sarà tutto esecutivo. Nei prossimi giorni quindi ci sarà più personale agli sportelli e le attività potranno scorrere più velocemente, soprattutto per quel che riguarda la cassa: si tratta del primo step da fa superare per poi andare a ritirare l'agognata raccomandata. Ed è il momento più critico, dove c'è maggiore attesa.
riproduzione riservata ®
Giovedì 16 Gennaio 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA